Il consiglio di Putin ad Assad: invitare Trump a Damasco

Pubblicato il 14 gennaio 2020 alle 6:30 in Russia Siria USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente russo Vladimir Putin ha esortato il suo omologo siriano Bashar al-Assad a invitare il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a visitare Damasco. Il leader russo ha espresso la sua disponibilità a trasmettere tale invito all’inquilino della Casa Bianca. Il filmato in cui il leader del Cremlino consiglia al presidente siriano di invitare Trump è stato mostrato domenica 12 gennaio nel programma “Mosca. Cremlino. Putin” sul canale televisivo “Rossija-1”.

Durante la visita di Putin in Siria lo scorso 7 gennaio, ricorrenza del Natale ortodosso, quando si stava parlando del percorso compiuto dall’apostolo Paolo a Damasco, Assad ha scherzato dicendo che “se Trump arriva lungo questa strada, tutto diventerà normale anche con lui”. Il presidente russo in risposta all’affermazione del leader siriano ha proposto di invitare Trump a Damasco, dicendo che avrebbe “gradito”. “Si rivederà, si rivederà – ha detto Putin – Invitalo, verrà!”.

Assad ha espresso la sua disponibilità ad accogliere il capo di stato USA a Damasco, per cui Putin, sorridendo, ha risposto al leader siriano: “Glielo dirò”.

Un’eventuale incontro tra Trump e Assad, secondo gli analisti russi, potrebbe facilitare gli sforzi del Comitato inter-siriano di Sochi, patrocinato da Russia e Turchia, di trovare una soluzione politica alla crisi nel paese mediorientale.

Putin ha visitato Damasco martedì. Al posto di comando del contingente dell’esercito russo in Siria, ha incontrato Bashar al-Assad. I due capi di stato hanno ascoltato rapporti militari sulla situazione in varie regioni del paese. Successivamente, si sono svolti negoziati bilaterali, incentrati in particolare sulle tensioni tra USA e Iran e sulle ripercussioni che queste possono avere in Siria.  Successivamente, i presidenti dei due paesi hanno visitato la Moschea omayyade, nota anche come la Grande moschea di Damasco. Quindi il corteo di Putin si è trasferito nella chiesa ortodossa della Santa Vergine Maria, dove il leader russo ha incontrato il patriarca di Antiochia e tutto l’Oriente, Giovanni X, che ha celebrato una messa per il Natale ortodosso cui hanno partecipato sia il presidente russo che il capo dello stato siriano.

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.