La Cina inaugura la sua seconda portaerei

Pubblicato il 6 gennaio 2020 alle 10:02 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Cina ha messo in servizio la sua prima portaerei costruita in casa, la Shandong, presso la base navale di Sanya a Hainan. Si tratta della seconda imbarcazione cinese di questo tipo. 

La messa in servizio della portaerei è un evento particolarmente significativo e il presidente Xi Jinping ha presieduto una cerimonia per celebrare ciò il 17 dicembre 2019. La Shandong è la seconda portaerei cinese e rappresenta un’importante aggiunta alle capacità di proiezione della Cina. Alcuni analisti militari, citati dal quotidiano The Diplomat, sostengono che la nuova nave da guerra cinese non abbia aumentato il potenziale militare del Paese, poiché si tratta semplicemente una copia della sua prima portaerei, la Liaoning. Questa era stata acquistata dall’Ucraina. Tuttavia, la Marina di Pechino è chiaramente sulla strada per diventare una flotta più credibile e questo sta suscitando grande attenzione da parte delle principali nazioni indo-pacifiche tra cui India, Stati Uniti, Giappone e Australia.

La Marina cinese è tradizionalmente rimasta debole a causa dell’eccessiva attenzione alla forza di terra cinese. Questa non aveva una portaerei e mancava persino di capacità di funzionamento fuori dalle acque. Ma tutto questo sta cambiando. La Cina ha rafforzato la sua capacità di proiettare in modo significativo la propria potenza marittima negli ultimi anni. La costruzione della base navale, Sanya, a Hainan indica proprio questo. Tale base ha la capacità di ospitare una grande flotta di navi da guerra di superficie e sottomarini. Sanya offre alla Cina notevoli vantaggi per la sua vicinanza al Mar Cinese Meridionale e allo Stretto di Malacca.

La nuova portaerei Shandong muove circa 50.000 tonnellate ed è dotata di un sistema di propulsione convenzionale. La costruzione del mezzo sembra essere iniziata nel 2013. Secondo quanto riferito dalle autorità cinesi, la nave può “trasportare fino a 24 aerei da combattimento multi-ruolo J-15 Shenyang e una variante del Sukhoi di quarta generazione su due motori Su-33, nonché una decina di velivoli ad ala rotante tra cui Changshe Z-18, Ka-31 o Harbin Z-9 “. A differenza delle portaerei statunitensi che possono trasportare fino a 100 jet da combattimento, Shandong sarà in grado di trasportare un totale di soli 32 velivoli. 

La Cina si era procurata la sua prima portaerei dall’Ucraina, per 20 milioni di dollari. La Liaoning era un vecchio mezzo, che era originariamente noto come Varyage ed era stato costruito per la marina sovietica. La portaerei fu poi restaurata ed entrò in servizio nel 2012. Un anziano colonnello e portavoce del Ministero della Difesa Nazionale Cinese, Geng Yansheng, ha affermato che la nuova portaerei dovrebbe essere “utilizzata per la ricerca e l’addestramento”. Tuttavia, il colonnello ha anche delineato chiaramente la necessità di tale mezzo per proteggere i vari interessi della Cina, fornendo alcuni indizi sui futuri piani cinesi. A novembre, durante la sua nona prova in mare per effettuare test sulle attrezzature e l’addestramento del personale, la Shandong ha navigato attraverso lo stretto di Taiwan.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano  

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.