Cuba condanna sanzioni USA contro Ministro della Difesa

Pubblicato il 6 gennaio 2020 alle 6:10 in Cuba USA e Canada Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez ha condannato le sanzioni imposte dagli Stati Uniti contro il ministro delle forze armate cubane, Leopoldo Cintra Frías.

“Respingo fermamente la decisione del Dipartimento di Stato di vietare l’ingresso negli Stati Uniti al ministro delle Forze armate rivoluzionarie di Cuba, una misura senza alcun effetto pratico, che è solo minacciosa e calunniosa” – ha dichiarato il capo della diplomazia dell’Avana attraverso il suo account Twitter.

Nello stesso tweet, il ministro degli Esteri Rodríguez ha colto l’occasione per esprimere “la nostra immutabile solidarietà al Venezuela”.

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha annunciato il 2 gennaio scorso l’applicazione di sanzioni contro il ministro Cintra Frías per presunte violazioni dei diritti umani e per aver agito a sostegno delle autorità del governo venezuelano di Nicolàs Maduro ricorrendo a “torture”.

La misura, applicata in conformità alla sezione 7031 dell’Allocations Act del Dipartimento di Stato, Operazioni estere e programmi correlati, riguarda anche i figli del ministro cubano, Deborah e Leopoldo Cintra González, secondo quanto reso noto da Washington.

I media cubani hanno reagito alla sanzione USA, l’agenzia di stampa ufficiale Prensa Latina afferma che la nuova disposizione di Washington, “al di là dei suoi effetti pratici, sembra mirare a soddisfare i settori di estrema destra che fautori della politica con cui la Casa Bianca tiene in ostaggio la vicina e piccola isola dei Caraibi”.

Secondo quanto afferma la stampa cubana, il generale Cintras Frías “ha un lungo e impeccabile stato di servizio” nelle forze armate “, ha partecipato e diretto azioni combattive internazionaliste in Etiopia e Angola” e detiene il titolo di Eroe della Repubblica di Cuba .

Nel settembre 2019, gli Stati Uniti hanno applicato sanzioni contro il generale Raúl Castro, ex presidente dell’isola (2008-2018) e attuale primo segretario del Partito comunista di Cuba; e nel novembre dello stesso anno ha incluso il vice-ammiraglio Julio César Gandarilla, ministro degli Interni dell’isola, nella sua “lista nera” .

In tutti i casi, le sanzioni contro alti funzionari cubani sono associate a presunti legami con il governo presieduto da Nicolás Maduro in Venezuela. Cuba ha ribadito ripetutamente il suo sostegno illimitato al governo di Caracas, e in particolare al presidente Maduro.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.