Ministero Difesa russo: aumentata attività militare USA in Čukotka

Pubblicato il 31 dicembre 2019 alle 6:20 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti hanno intensificato le operazioni militari a ridosso della regione della Čukotka. Ad affermarlo Michail Biličenko, capo di Stato Maggiore del comando congiunto delle forze armate nord-orientali della Federazione Russa.

“In passato si trattava di un comune addestramento operativo giornaliero di combattimento. Ora la composizione dei raggruppamenti è in costante aumento”, ha affermato Biličenko al canale televisivo Zvezda.

Secondo il capo di stato maggiore, l’esercito russo sta monitorando attentamente le attività militari statunitensi ai confini della regione della Čukotka.

In precedenza, il capo di Stato Maggiore delle forze armate russe Valerij Gerasimov aveva osservato che l’intensificazione delle esercitazioni militari della NATO indicherebbe la preparazione mirata dell’Alleanza ad un conflitto militare su vasta scala.

Dal 2016, i Paesi membri della NATO hanno aumentato sensibilmente la spesa per la difesa portandola complessivamente a 130 miliardi di dollari. Secondo le previsioni, la spesa raggiungerà i 400 miliardi di dollari entro il 2024.

Gerasimov ha inoltre sottolineato che Mosca è pronta per qualsiasi sviluppo della situazione ed è in grado di respingere un’aggressione di qualsiasi portata.

Nella giornata di ieri, inoltre, è stata segnalata l’attività di droni americani a ridosso dei confini russi tra il Donbass e la Crimea. I droni sarebbero partiti dalla base NATO di Sigonella.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.