Russia: avviata produzione in serie di armi ipersoniche

Pubblicato il 30 dicembre 2019 alle 8:56 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia ha avviato la produzione in serie del sistema missilistico con il blocco di pianificazione ipersonico Avangard. È quanto ha dichiarato il viceministro della Difesa Aleksej Krivoručko in un’intervista al quotidiano moscovita Krasnaja Zvezda.

“Sono iniziati i lavori per la produzione in serie del sistema missilistico di prospettiva Avangard e per il riarmo dell’unità delle forze missilistiche strategiche Dombarovskij” – ha detto Krivoručko alla stampa.

Il viceministro ha aggiunto che per il prossimo anno è prevista la chiusura di un altro contratto triennale per la fabbricazione dei complessi missilistici mobili Yars per il riarmo di altri tre reggimenti missilistici, nonché per la fabbricazione del complesso missilistico mobile Sirena-M.

In questo modo, spiega il rappresentante della difesa russa, entro il 2022 la quota di equipaggiamenti militari ed armi delle forze missilistiche strategiche raggiungerà il 92%.

Lo scorso 27 dicembre, il ministro della Difesa Sergej Šojgu aveva dichiarato che il primo reggimento armato con il complesso Avangard è già operativo nella 13° divisione missilistica della regione di Orenburg, ai confini con il Kazakistan.

In un comunicato della Difesa russa si legge che “il ministro della Difesa Sergej Šojgu ha comunicato al presidente Vladimir Putin che il primo reggimento equipaggiato con gli ultimi missili strategici ipersonici Avangard è entrato in servizio oggi alle 10 ora di Mosca“.

Il presidente russo Vladimir Putin aveva presentato il sistema Avangard insieme ai più recenti armamenti russi nel suo messaggio all’Assemblea Federale lo scorso anno. In questo modo la Russia è diventato l’unico Paese al mondo a dichiarare ufficialmente di possedere armi ipersoniche.

Avangard è in grado di volare negli strati densi dell’atmosfera con una gittata intercontinentale ad una velocità superiore di oltre 20 volte al numero di Mach, che indica la velocità del suono. Quando si muove verso il bersaglio, l’unità alata esegue manovre laterali e longitudinali diversive per migliaia di chilometri, sfuggendo così al controllo dei radar, anche quelli di ultima generazione, il che, secondo la difesa russa, lo rende assolutamente invulnerabile a qualsiasi sistema di difesa anti-missile e unità di contraerea.

Avangard raggiunge una temperatura esterna in volo di duemila gradi.

Il presidente Putin aveva descritto Avangard come la “risposta adeguata e asimmetrica” al sistema di difesa anti-missile degli Stati Uniti.

Secondo il direttore del Centro per la Ricerca Militare e Politica dell’Istituto di Mosca per le Relazioni Internazionali, MGIMO, AleKsej Podberezkin, il lancio di un sistema missilistico in servizio di combattimento cambierebbe qualitativamente l’equilibrio delle forze. L’analista ha osservato in un’intervista al canale televisivo Russia Today, che “grazie alla nostra ricerca e sviluppo e ai nostri talenti, che hanno iniziato a lavorare in questa direzione sin dai tempi sovietici, abbiamo ottenuto un’arma unica al mondo”.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.