USA: proposto disegno di legge per riconoscere Russia “sponsor del terrorismo”

Pubblicato il 13 dicembre 2019 alle 6:10 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La commissione Esteri del Senato statunitense ha approvato un disegno di legge volto a decidere se la Russia debba essere considerata come uno Stato sponsor del terrorismo, ha fatto sapere l’ufficio stampa della stessa commissione.

L’elenco dei Paesi sostenitori del terrorismo comprende anche l’Iran, la Corea del Nord, la Siria e il Sudan. In precedenza, nella lista figuravano anche Stati come Cuba, Iraq, Libia e Yemen del Sud.

La commissione ha inoltre approvato una risoluzione che priverebbe il presidente Donald Trump del diritto di iniziare il processo di ritiro degli Stati Uniti dalla NATO senza l’approvazione del Congresso.

“Oggi sono state accettate tutte le proposte messe ai voti, tranne una (il disegno di legge sulla difesa dall’aggressione del Cremlino del 2019)”, ha riferito la Commissione.

Il documento sulla Russia impone al segretario di Stato di esprimere un parere in merito alle commissioni del Congresso competenti in materia entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge. Allo stesso tempo deve determinare se gruppi armati controllati dalla Russia si trovino nel Donbass e se, insieme alle forze delle autoproclamate Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, rientrino nella definizione di “organizzazioni terroristiche straniere”.

Tuttavia. in un’audizione della scorsa settimana, il vice segretario di Stato americano David Hale aveva osservato che il Dipartimento di Stato non considera la Russia uno Stato sponsor del terrorismo.

Secondo il diplomatico, gli Stati Uniti devono riconoscere che la Russia stessa è vittima di attacchi terroristici.

Il vicepresidente della commissione Difesa del Parlamento russo Alexander Sherin ha dichiarato che la Russia potrebbe valutare la proposta di un disegno di legge simile contro Washington.

Il deputato ha aggiunto che la Russia non ha motivo di occuparsi di sponsorizzare i gruppi terroristici, ma allo stesso tempo sugli Stati Uniti esistono “seri interrogativi e dubbi al riguardo”.

“Qualsiasi gruppo terroristico al mondo non può esistere senza una sponsorizzazione esterna e solo gli Stati Uniti possiedono tali risorse”, ha affermato Sherin.

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.