Germania: arrestati 3 aspiranti attentatori legati all’ISIS

Pubblicato il 11 dicembre 2019 alle 17:13 in Europa Germania

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La polizia tedesca ha effettuato una serie di incursioni, l’11 dicembre, nella città di Offenbach e ha arrestato 3 persone accusate di aver pianificato quello che è stato descritto come un attacco terroristico legato allo Stato Islamico. 

Gli accusati avevano iniziato a preparare un “crimine motivato religiosamente” che coinvolgeva l’utilizzo di esplosivi e armi da fuoco, secondo quanto ha riferito la polizia. Una serie di documenti, insieme a sostanze e attrezzature utilizzate per fabbricare bombe sono state trovate durante le incursioni. I sospetti includono un tedesco di 24 anni di origine macedone e 2 cittadini turchi di età compresa tra 21 e 22 anni, secondo i pubblici ministeri. I raid hanno interessato 3 appartamenti e le indagini hanno coinvolto 170 poliziotti dello Stato della Germania centrale, l’Assia.  

Secondo l’Ufficio Federale di Polizia Criminale della Germania, che coordina le indagini di polizia locali e nazionali nel Paese, le forze armate tedesche hanno prevenuto 13 attacchi terroristici dal 2010 al 2019. Almeno 5 dei 13 possibili attacchi erano stati pianificati nello Stato della Renania Settentrionale-Westfalia. Tali stime includono anche l’attentato fallito alla stazione centrale di Bonn nel 2012 e quello sventato contro il presidente del partito Pro-NRW, un partito politico di estrema destra. Gli altri attacchi avrebbero avuto luogo a Chemnitz, Ludwigshafen, Schwerin, Bassa Sassonia, Karlsruhe e nella zona di Francoforte, se non fossero stati prevenuti.

Il più mortale degli attacchi di matrice jihadista effettuati in Germania è stato quello del 19 dicembre 2016 a Berlino. Quella sera, il 24enne tunisino Anis Amri, a bordo di un camion, ha falciato la folla ai mercatini di Natale presso il Kaiser Wihelm Memorial Church, causando la morte di 12 persone e il ferimento di altre 48. Dopo essere riuscito a fuggire, Amri è stato ucciso presso il comune di Sesto San Giovanni, nel milanese, verso le 3 del mattino del 23 dicembre. Il ragazzo era già noto sia alle autorità italiane, sia alle autorità tedesche. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.