Soldato della Marina USA apre il fuoco contro 3 civili a Pearl Harbor

Pubblicato il 5 dicembre 2019 alle 9:04 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un soldato della Marina degli Stati Uniti ha sparato a 3 civili, uccidendone 2, prima di togliersi la vita, nella base militare di Pearl Harbor, nelle Hawaii. 

“Posso riferire che il personale di sicurezza della Joint Base ha fatto rapporto riguardo alla presenza di un tiratore attivo oggi nelle vicinanze di Dry Dock 2 nel cantiere navale”, ha affermato il contrammiraglio, Robert B Chadwick, il 4 dicembre. Quest’ultimo ha poi aggiunto di non conoscere il motivo dietro tale accadimento. Tra le persone raggiunte dal fuoco, due sono morte e la terza è stata ricoverata in ospedale. L’attacco arriva 3 giorni prima del 78 ° anniversario dell’assalto del 7 dicembre 1941 contro la base navale che causò l’ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale, con una dichiarazione di guerra al Giappone.

Chadwick ha aggiunto che l’assalitore, che è stato “provvisoriamente” identificato come un soldato in servizio assegnato alla USS Columbia, è morto per una ferita da arma da fuoco auto-inflitta. Un testimone anonimo ha aggiunto di aver sentito una serie di spari presso la base, di aver alzato gli occhi dalla sua scrivania e di aver visto l’uomo armato che si era portato una pistola in testa e aveva premuto il grilletto. La Joint Base di Pearl Harbor ha pubblicato un post su Twitter in cui riferisce che le 3 persone attaccate erano civili che lavoravano per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. “Mi unisco in solidarietà al popolo delle Hawaii mentre esprimiamo il nostro dolore per questa tragedia e preoccupazione per le persone colpite dalla sparatoria”, ha dichiarato il governatore delle Hawaii, David Ige. “I dettagli stanno ancora emergendo mentre le forze di sicurezza della base indagano”, ha aggiunto. Ige ha poi aggiunto che la Casa Bianca lo ha contattato per offrire assistenza tramite le agenzie federali, se necessario. “Il presidente è stato informato sulla sparatoria alla Joint Base delle Hawaii e continua a monitorare la situazione”, ha riferito un portavoce della Casa Bianca.

La Joint Base Pearl Harbor-Hickam è una base che combina le forze di aviazione e quelle della marina statunitense ed è situata a 13 km da Honolulu. La base, che è costituita dalla fusione della stazione navale di Pearl Harbor e della base aeronautica di Hickam, è stata fermate per circa due ore dopo l’incidente, avvenuto alle 14:30, ora locale del 4 dicembre. Le sparatorie sono molto più rare alle Hawaii, rispetto ad altre aree degli Stati Uniti. Tuttavia, nel 1999, un tecnico dell’assistenza Xerox aveva ucciso in questo modo 7 suoi collaboratori. Nel 2006, un uomo aveva sparato al suo tassista e ad una coppia sulle colline sopra Honolulu. Le Hawaii hanno avuto il più basso tasso di mortalità per arma da fuoco tra gli Stati USA nel 2017, secondo il Giffords Law Center per prevenire la violenza armata. Le isole hanno leggi severe sulle armi da fuoco, incluso il divieto di possedere armi d’assalto e accumulare scorte di munizioni oltre un certo limite. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.