Putin: espansione della NATO è una minaccia per la Russia

Pubblicato il 5 dicembre 2019 alle 6:30 in NATO Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’espansione della NATO ai confini della Federazione russa rappresenta una minaccia per il paese, ha affermato il presidente Vladimir Putin parlando in occasione di un incontro con la direzione del Ministero della Difesa e delle imprese dell’industria della difesa.

“Oggi dobbiamo prendere atto che l’espansione della NATO, lo sviluppo delle sue infrastrutture militari vicino ai confini della Russia, è una delle potenziali minacce alla sicurezza del nostro paese” – ha affermato il leader del Cremlino.

Il presidente ha ricordato che l’alleanza è stata creata per contrastare l’URSS. “Orbene, come sappiamo tutti, non esiste più un’Unione Sovietica, né un Patto di Varsavia, cioè un patto militare creato in risposta alla creazione della NATO, ma la NATO non solo esiste, ma si sta anche espandendo: al momento della sua creazione, l’alleanza includeva 12 paesi, ora ne ha 29 e la spesa militare totale dei paesi dell’alleanza è superiore al 70% della spesa militare mondiale” – ha affermato Putin, che, inoltre, ha osservato che gli stereotipi dei blocchi militari degli anni passati non possono essere uno strumento adeguato per prendere decisioni efficaci.

Putin ha ricordato che la Russia ha ripetutamente espresso la propria disponibilità a cooperare con la NATO e ha espresso la propria volontà di “contrastare congiuntamente le minacce reali, incluso il terrorismo internazionale, i conflitti armati locali e il pericolo di una proliferazione incontrollata di armi di distruzione di massa”.

“Siamo stati più volte pronti a cercare un’avvicinamento o almeno un’approssimazione con l’Alleanza Atlantica, abbiamo cercato di proporre un’agenda costruttiva e si sono tenuti numerosi eventi congiunti, ma dopo il 2008 la nostra cooperazione è praticamente cessata, dato che l’alleanza ha agito in modo errato , se non maleducato, nei confronti della Russia; senza tener conto degli interessi della Russia, cioè ignorando completamente l’interazione che abbiamo proposto” – ha detto Putin, aggiungendo che spera che alla fine prevalgano gli interessi della sicurezza comune e il futuro pacifico del pianeta.

Il presidente ha anche affermato che la Russia ha investito molto e presterà molta attenzione alla modernizzazione degli armamenti e all’aggiornamento tecnico delle forze armate. Putin ha affermato che oltre il 68% delle armi a disposizione della Difesa russa sono di nuova o nuovissima generazione ed ha reso noto che gli investimenti futuri riguarderanno in particolar modo la Marina militare. A tale proposito, ha affermato, la Marina riceverà più di 480 equipaggiamenti militari quest’anno, tra cui due sottomarini, 23 navi da guerra, una nave ausiliaria, tre velivoli navali, quattro batterie missilistiche e più di 400 tra missili e siluri.

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.