La Spagna teme attentati contro i suoi cittadini a Tindouf

Pubblicato il 28 novembre 2019 alle 12:40 in Algeria Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministero della Difesa spagnolo è venuto a conoscenza, attraverso servizi di intelligence stranieri su cui non sono state fornite ulteriori informazioni, che c’è il rischio imminente di “un grave attacco a Tindouf (Algeria) contro cittadini spagnoli che sono lì o possono visitare la zona nei prossimi giorni”.

Fonti della difesa di Madrid hanno segnalato questo avvertimento un giorno dopo che il ministero degli Esteri aveva avvertito che la “crescente instabilità” nel nord del Mali e l’attività dei gruppi terroristici nella regione potrebbero influenzare la situazione della sicurezza nell’area in cui quelli sono i campi saharawi di Tindouf, per i quali scoraggia i viaggi nella regione.

La Ministra della Difesa, Margarita Robles, ha dichiarato a questo proposito, in un’intervista a Cadena Ser, che questa minaccia è “reale, molto avanzata e potrebbe essere imminente”. Questo è il motivo per cui ha fatto “un appello alla cautela e alla responsabilità” di tutti coloro che hanno intenzione di trasferirsi a breve nei campi saharawi di Tindouf, poiché “l’intera area è messa a rischio, oltre all’integrità fisica delle persone”.

Per le informazioni gestite dai servizi di intelligence, Robles ha affermato che “ciò che viene preparato potrebbe essere abbastanza rilevante”.

A seguito dell’annuncio di Robles il ministero degli Esteri spagnolo ha emesso una nota in cui si sconsiglia ai cittadini spagnoli, in maggioranza cooperanti che lavorano nei campi profughi della zona, di viaggiare a Tindouf e nella regione circostante.

Circa 25.000 persone risiedono nei campi profughi di Tindouf, nel sud-ovest dell’Algeria a pochi chilometri dalle frontiere con il Mali e con il Sahara occidentale. Sono numerosi i cooperanti spagnoli che operano nella zona a causa delle strette relazioni tra Madrid e il Fronte Polisario, l’organizzazione per l’indipendenza del Sahara occidentale (fino al 1975 Sahara Spagnolo) che nella cittadina algerina di Tindouf ha fissato la propria capitale dopo il passaggio del territorio saharawi sotto controllo marocchino.

I rifugiati Saharawi nella zona di Tindouf sono distribuiti in cinque accampamenti che prendono i nomi delle principali città dell’antica colonia spagnola: El Aaiún, Smara, Auserd, Dakhla e Bojdour.

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.