Iniziate a Città del Capo le esercitazioni navali tra Cina, Russia e Sudafrica

Pubblicato il 28 novembre 2019 alle 6:20 in Cina Russia Sudafrica

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Cina, Russia e Sudafrica hanno dato il via alle prime esercitazioni navali congiunte. Gli analisti affermano che sebbene la portata delle manovre sia piccola, il loro significato è estremamente importante.

Lo scorso 25 novembre sono iniziate le esercitazioni navali congiunte tra le forze armate di Cina, Russia e Sudafrica nelle acque del Paese africano. Si tratta non solo delle prime esercitazioni navali congiunte tra Cina, Russia e Sudafrica, ma anche delle prime manovre navali nelle acque più a sud del pianeta.

Secondo l’articolo del giornale cinese The Global Times, la Cina è rappresentata dalla fregata Weifang alle manovre, la Marina russa schiera l’incrociatore missilistico Maresciallo Ustinov, la nave cargo Vyazma e il rimorchiatore SB-406. Le forze navali sudafricane sono rappresentate invece dalla fregata Amatola e dalla nave di supporto Drakensberg.

Secondo gli analisti, nonostante la portata delle esercitazioni possa considerarsi “piccola”, l’evento ha un significato importante. Prima di tutto sono le prime esercitazioni navali congiunte organizzate da tre Paesi Brics. Con queste manovre si dimostra infatti che i Paesi Brics non solo possono attuare una profonda cooperazione nell’ambito del commercio e dell’economia internazionale, ma hanno anche ampie prospettive di cooperazione sulla politica internazionale e in ambito militare. Inoltre, le manovre in Sudafrica potrebbero fungere da trampolino di lancio a future esercitazioni dei Brics, presumibilmente con la partecipazione di tutti i Paesi del gruppo.

In secondo luogo, si tratta delle prime esercitazioni navali congiunte organizzate dalle forze militari cinesi e russe nell’emisfero australe. Negli ultimi anni, infatti, diverse esercitazioni sino-russe sulla cooperazione navale sono state effettuate regolarmente, sia nelle acque dei mari cinesi che nel Mare del Giappone e nelle acque dell’Estremo Oriente russo.

Questi dati mostrano che il meccanismo di esercitazioni congiunte tra le forze navali cinesi e russe si sta perfezionando e il raggio d’azione diventa sempre più ampio.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.