Il Senato russo contro l’embargo a Cuba

Pubblicato il 26 novembre 2019 alle 6:20 in Cuba Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Consiglio della Federazione (il senato russo) ha rilasciato una dichiarazione in cui esorta gli organi parlamentari di tutto il mondo a esprimere la loro disapprovazione per l’embargo commerciale, economico e finanziario imposto dagli Stati Uniti a Cuba.

“Il Consiglio della Federazione invita i parlamenti di paesi stranieri, le Nazioni Unite, l’Unione interparlamentare, l’Assemblea parlamentare dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), i parlamenti sudamericani, centroamericani e del Mercato Comune del Sud (Mercosur), l’Assemblea parlamentare dell’Organizzazione del Trattato sulla Sicurezza Collettiva (OTSC) e il Parlamento europeo ad esprimere il loro sostegno al popolo cubano e a condannare duramente il blocco commerciale, economico e finanziario imposto da decenni alla Repubblica di Cuba”, si legge nel documento.

Solo nell’ultimo anno, il danno economico causato a Cuba dall’embargo statunitense ha superato i 4 miliardi di dollari e il danno complessivo in questi 60 anni è vicino al trilione di dollari.

“L’applicazione di sanzioni unilaterali, aggirando il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, persegue l’obiettivo di costringere gli Stati sovrani ad agire nell’interesse di coloro che ricorrono alla repressione economica. Ma l’esempio della resistenza di Cuba è d’ispirazione anche per altri paesi oggetto dell’aggressione economica degli Stati Uniti per continuare a resistere”, afferma la nota del senato russo.

I senatori russi hanno anche sottolineato che questa politica neocoloniale di coercizione economica è inammissibile e assolutamente inaccettabile nella nuova realtà di un mondo multipolare.

“È necessario mettere in campo il massimo sforzo per sradicare questa pratica non democratica che viola i diritti e le libertà dell’uomo”, hanno concluso.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.