Sanzioni USA contro il Ministro dell’Interno di Cuba

Pubblicato il 21 novembre 2019 alle 12:36 in America Latina Cuba

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Governo degli Stati Uniti ha sanzionato il Ministro dell’interno di Cuba, il viceammiraglio Julio César Gandarilla Bermejo, per violazione “grave” dei diritti umani in Venezuela.

Il Segretario di Stato statunitense, Mike Pompeo, ha annunciato con un comunicato che, dal Ministero dell’Interno dell’Avana (MININT), Gandarilla guiderebbe una “feroce repressione” sia a Cuba sia nel paese petrolifero.

È stato inoltre proibito l’accesso in territorio americano ai suoi figli, Julio César Gandarilla Sarmiento e Alejandro Gandarilla Sarmiento. La nuova sanzione emessa direttamente contro il ministro si basa sul comunicato del Dipartimento di Stato americano per l’anno fiscale 2019 (Public Designation of the FY 2019 Department of State, Foreign Operations List).

Tale legislazione stabilisce che nei casi in cui il Segretario di Stato abbia informazioni attendibili sui funzionari dei governi stranieri coinvolti in una situazione significativa di corruzione o in una violazione grave dei diritti umani, la persona e i relativi familiari potranno perdere il diritto di entrare negli Stati Uniti.

Il governo di Washington ha dichiarato che, sotto la direzione del Ministro Gandarilla, il MININT ha arrestato in modo arbitrario “migliaia di cubani” e ne ha detenuto illegalmente più di cento a Cuba. «Sotto la direzione di Julio César Gandarilla Bermejo, il Ministero dell’Interno di Cuba ha commesso gravi violazioni di Diritti Umani in Venezuela, ha arrestato in modo arbitrario migliaia di cittadini cubani e ha detenuto illegalmente più di 100 prigionieri politici. Oggi chiediamo che risponda degli atti commessi», ha riportato su Twitter Pompeo, utilizzando l’hashtag in spagnolo #Derechos (Diritti).

“I funzionari del ministero hanno supervisionato alla tortura dei dissidenti politici, dei detenuti e dei prigionieri, così come all’assassinio di alcuni di loro per opera della polizia e delle forze di sicurezza. Gandarilla Bermejo è complice della vigilanza arbitraria o illegale dei gruppi, siano essi cittadini o visitatori” – si legge ancora nel documento del governo di Washington, nel quale è sottolineato che gli Stati Uniti “continuano ad appoggiare il popolo cubano”.

“La repressione del regime di Castro dei diritti umani e delle libertà fondamentali sia a Cuba sia in Venezuela richiede una sensibilità e una chiamata all’azione a livello internazionale più forte” – conclude la nota.

Gandarilla Bermejo è stato designato ministro dell’interno di Cuba a gennaio del 2017, su proposta dell’allora presidente Raúl Castro, a seguito della morte del precedente ministro, il Generale Carlos Fernández Gondín. Fino a quel momento rivestiva l’incarico di primo vice ministro del MININT.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.