Italia: indagati 12 estremisti, pianificavano attentato contro una moschea

Pubblicato il 13 novembre 2019 alle 17:55 in Europa Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Sono 12 gli estremisti di destra indagati dalla procura per aver progettato un attentato contro una moschea in Toscana, nel Senese.

È quanto si apprende da ANSA, la quale, nella serata di martedì 12 novembre, ha rivelato che i 12 individui avevano pianificato un attentato contro la moschea di Colle Val d’Elsa, in provincia di Siena. Nello specifico, il piano prevedeva di far saltare in aria il condotto del gas ma, temendo di essere scoperti dalla polizia, non avevano ancora messo in atto quanto pianificato.

Ciò nonostante, la Direzione distrettuale antimafia (DDA) di Firenze ha intercettato i 12 estremisti della provincia di Siena, dopo aver aperto una inchiesta sull’estremismo di destra.

I 12 indiziati risultano attualmente indagati per possesso abusivo di armi e costituzione di associazione con finalità eversive. Dei 12 indagati, due, il 60enne Andrea Chesi e il figlio 22enne, Yuri, risultano essere in stato di detenzione per possesso illecito di esplosivo e di ordigni bellici. Nello specifico, Euronews informa che ad essere stati rinvenuti sono stati tritolo, polvere da sparo e ordigni bellici risalenti alla Seconda guerra mondiale.

L’arresto, effettuato dagli agenti della Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali della polizia (Digos), è stato seguito anche da una serie di perquisizioni a diverse abitazioni e uffici del Senese. A tale riguardo, il sito di notizie NewEurope riporta che le perquisizioni sono avvenute presso Sovicille, Poggibonsi, e il centro di Siena. Nel corso dei blitz, è intervenuta anche una unità di artificieri.

Ad essere perquisiti, secondo quanto si apprende, diversi militanti di un gruppo di estrema destra attivo nel Senese, tutti incensurati, tra cui tre dipendenti della banca Monte dei Paschi di Siena. Tra i destinatari del mandato di perquisizione, anche un altro 60enne, considerato il più attivo del gruppo.  

Secondo quanto dichiarato dalle autorità, in una delle intercettazioni telefoniche, tale individuo aveva menzionato la necessità di istituire una “guardia nazionale repubblicana”, capace di assicurare, grazie all’uso delle armi, la sicurezza. Le armi, in particolare, sono considerate quali strumenti di “giustizia sommaria”, in grado di assicurare la sicurezza senza il coinvolgimento delle forze dell’ordine.

Un’altra intercettazione, risalente allo scorso ottobre, inoltre, evidenziava la necessità di utilizzare le armi per sparare e risolvere le questioni politiche italiane. In tale conversazione, l’uomo ammetteva di essere in possesso di un numero elevato di armi.

Stando alle ricostruzioni della Digos, il gruppo manteneva i contatti tra gli indagati, accusati di detenzione illecita di armi o esplosivi con aggravante della finalità terroristica, erano mantenuti sia fisicamente, con incontri diretti, sia virtualmente, attraverso i social.

La vicenda è stata commentata anche dall’imam di Firenze, Izzedin Elzir, il quale ha dichiarato che la comunità islamica è rimasta scossa per quanto appreso. Tuttavia, ha aggiunto Elzir, questi atti di estremismo e terrorismo devono essere intesi quali atti individuali, che non rispecchiano la realtà locale, regionale e neanche quella nazionale.

Euronews ricostruisce che la moschea di Colle Val d’Elsa è stata inaugurata nel 2013 e ha nel corso dei suoi 6 anni di attività registrato numerosi episodi di intolleranza. Anche Oriana Fallaci, nel 2006, si era espressa con dure parole in merito alla possibilità della costruzione della moschea, dichiarandosi pronta a “prendere l’esplosivo e farla saltare”.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Jasmine Ceremigna

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.