Accoltellamento a Manchester: si sospetta terrorismo, 5 feriti

Pubblicato il 12 ottobre 2019 alle 6:25 in Europa UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Cinque persone sono rimaste ferite, venerdì 11 ottobre, durante un accoltellamento avvenuto a Manchester, nel Nord-Ovest dell’Inghilterra, dentro a un centro commerciale. La polizia sospetta che si tratti di un atto di terrorismo.

L’incidente si è verificato intorno alle 11:15 di mattina, ora locale, nel quartiere nord della città. Un uomo si è introdotto all’interno dell’Arndale Centre e, con in mano un “lungo coltello”, ha cominciato a minacciare e a colpire le persone, ha riferito il vicecapo della polizia di Greater Manchester, Russ Jackson. Le vittime, ha aggiunto l’agente, non sono in pericolo di vita ma le ferite restano “gravi”.

In seguito all’attacco, un uomo di 40 anni è stato arrestato per sospetta preparazione e istigazione di atto terroristico. La polizia, tuttavia, ha dichiarato di non conoscere ancora il motivo del gesto, che sembrerebbe “casuale e brutale”. Jackson ha chiarito che l’uomo è stato immediatamente bloccato dalla polizia e già 5 minuti dopo, si trovava sotto custodia degli agenti. Si presume che il 40enne inglese abbia agito da solo e sia l’unico coinvolto nell’organizzazione dell’attacco. In ogni caso, le forze dell’ordine fanno sapere che terranno sotto controllo anche questo aspetto.

Un testimone, Freddie Houlder, 22 anni, che si trovava nel centro commerciale ha riferito alla CNN di aver “sentito delle urla” e di aver visto una donna che si precipitava in un negozio dicendo che qualcuno stava cercando di pugnalarla. “Ha detto che un ragazzo stava cercando di pugnalare persone a caso”, ha riferito Houlder. “Siamo rimasti rinchiusi nel negozio per circa 20 minuti, poi ci è stato finalmente permesso di uscire”, ha aggiunto il ragazzo. Tra i feriti ci sono una donna, una giovane di 19 anni e un uomo di 50 anni che sono stati portati in ospedale con ferite da accoltellamento.

Il primo ministro inglese Boris Johnson ha definito l’attacco un “terribile incidente” e ha dichiarato di essere “molto grato ai servizi di emergenza e alla polizia”. Un portavoce del servizio di ambulanza del quartiere settentrionale di Manchester ha detto, in una dichiarazione pubblicata online, che, in seguito a varie segnalazioni, sono state “inviate sulla scena 13 ambulanze, 4 veicoli di risposta alle aree pericolose, 2 paramedici e 2 ufficiali”. Secondo quanto riferito da diverse agenzie inglesi, il centro commerciale è stato chiuso e le indagini della polizia sono in corso.

Sempre a Manchester, il 22 maggio 2017, il 22enne di origini libiche, Salman Abedi, si era fatto esplodere al termine del concerto della cantante statunitense Ariana Grande. L’attentato era avvenuto presso la Manchester Arena e aveva provocato 23 morti, incluso l’attentatore, e 250 feriti. Ad oggi, quello rimane il peggior attacco avvenuto nel Regno Unito dagli attentati di Londra del 7 luglio 2005, i quali causarono 56 morti, inclusi gli attentatori, e circa 700 feriti.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.