Lavrov a Baghdad incontra leader curdi e un esponente dell’opposizione siriana

Pubblicato il 8 ottobre 2019 alle 8:49 in Iraq Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il 7 ottobre, durante una visita di lavoro a Baghdad, il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha incontrato il leader della formzazione di opposizione siriana “Siria domani” Ahmed Jarba. Lo ha reso noto in un comunicato il Ministero degli Esteri della Federazione russa.

La diplomazia russa nella sua nota segnala che tra il ministro Lavrov e Jarba si è tenuto un dibattito sulle prospettive per lo sviluppo della situazione in Siria e nei paesi confinanti, con particolare enfasi sulla necessità della ricerca di una soluzione politica sostenibile in conformità con le decisioni del Congresso nazionale per il dialogo siriano che si riunisce nella città russa di Sochi e le disposizioni della Risoluzione 2254 delle Nazioni Unite.

Il ministro degli Esteri russo ha ribadito la posizione “invariabile” di Mosca “a sostegno della conservazione della sovranità, dell’unità e dell’integrità territoriale della Repubblica Araba di Siria e degli sforzi per eliminare definitivamente la presenza del terrorismo internazionale nel paese”.

Il 7 ottobre, il ministro degli Esteri della Federazione russa Sergej Lavrov ha svolto una visita di lavoro nella Repubblica dell’Iraq – spiega il Ministero degli Esteri russo in un’altra nota. A Baghdad, Lavrov è stato ricevuto dal Presidente dell’Iraq, Barham Saleh, dall Primo Ministro Adel Abdelmahdi, dal Presidente del Consiglio dei Rappresentanti (Parlamento) Muhammad Halbusi, e ha tenuto colloqui con il Ministro degli Esteri Mohammed Hakim. Lavorv si è poi trasferito a Erbil, dove ha avuto conversazioni con il presidente della Regione Autonoma del Kurdistan, Nechirvan Barzani, con il primo ministro della regione Masrour Barzani e con il presidente del Partito Democratico del Kurdistan, Masood Barzani.

Durante la discussione per un progressivo sviluppo dell’intero complesso delle relazioni russo-irachene definite “tradizionalmente amichevoli”, è stata confermata la disposizione reciproca di Mosca e Baghdad di rafforzare e ampliare pienamente le partnership commerciali nei settori energetico, industriale e agricolo. È stato notato il crescente interesse delle società russe a partecipare all’attuazione di progetti relativi alla ricostruzione postbellica dell’Iraq. A questo proposito, è stata rilevata l’efficacia del meccanismo della commissione per la cooperazione commerciale, economica, scientifica e tecnica tra Russia e Iraq, la cui ottava riunione si è svolta nell’aprile di quest’anno. a Baghdad. È stato sottolineato il reciproco desiderio di rafforzare ulteriormente la cooperazione tecnico-militare.

Nelle conversazioni con la leadership curda, la parte russa ha espresso la disponibilità ad aumentare la cooperazione con l’autonomia curda su una base reciprocamente vantaggiosa e tenendo conto del principio di armonizzazione degli interessi regionali e dell’integrità nazionale dell’Iraq, segnala la nota del ministero guidato da Lavrov.

Il ministro degli Esteri russo ha ribadito “la linea coerente a sostegno dell’unità, della sovranità e dell’integrità territoriale dello stato iracheno”, ha sottolineato l’importanza di rafforzare il consenso inter-iracheno attraverso il dialogo nazionale inclusivo nell’interesse di tutte le principali forze politiche e dei gruppi etnici e religiosi del paese.

Con i leader iracheni e curdi Lavrov ha discusso anche della situazione in Siria, sottolineando che le posizioni di Mosca e Baghdad sono “vicine”. 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.