Russia-Cuba: Medvedev all’Avana

Pubblicato il 4 ottobre 2019 alle 6:30 in Cuba Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro russo Dmitrij Medvedev è arrivato a Cuba in visita ufficiale. Secondo l’agenda resa nota dal governo russo, Medvedev incontrerà il presidente cubano Miguel Diaz-Canel e le principali autorità dell’isola e firmerà una serie di accordi bilaterali e contratti commerciali.

All’aeroporto, Medvedev è stato ricevuto dal ministro degli Esteri del paese caraibico, Bruno Rodríguez Parrilla.

La visita del premier russo all’Avana, iniziata giovedì 3 ottobre e con una fitta agenda di incontri anche per oggi 4 ottobre, si incentra sulla cooperazione bilaterale, secondo quanto riferito dal governo russo sul suo sito web.

“Durante la visita, Dmitrij Medvedev manterrà colloqui con il presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei ministri della Repubblica di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, per affrontare le questioni attuali della cooperazione russo-cubana nelle aree di commercio, economia, investimenti, energia, trasporti, nonché in ambito culturale e umanitario” – afferma la nota.

Nella nota si precisa inoltre che al termine dei negoziati è prevista la firma di una serie di accordi intergovernativi e interistituzionali, nonché di contratti commerciali, la cui natura riguarda pezzi di ricambio di automobili e macchinari industriali, strumentazione ferroviaria, alta tecnologia per il trasporto civile, metallurgia, ingegneria chimica. Mosca somministrerà inoltre all’Avana strumenti per l’illuminazione pubblica.

Medvedev probabilmente affronterà con le autorità cubane la questione della somministrazione di carburante, petrolio e prodotti derivati. Cuba sta soffrendo un grave deficit di prodotti petroliferi come conseguenza della crisi venezuelana e delle sanzioni statunitensi. Mosca si è offerta in più occasioni di sostenere l’isola, ma al momento non sono stati siglati accordi e i due paesi proseguono i negoziati in materia.

Il 20 settembre scorso, il vice primo ministro russo Jurij Borisov aveva dichiarato all’incontro della Commissione intergovernativa russo-cubana che il volume degli scambi tra Russia e Cuba potrebbe raggiungere i 500 milioni di dollari entro la fine di quest’anno, un livello record dai tempi dell’integrazione della Cuba castrista nel sistema della Comecon a guida sovietica. 

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo e spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.