Venezuela denuncia che 54 aerei USA hanno violato spazio aereo a settembre

Pubblicato il 1 ottobre 2019 alle 6:20 in America Latina Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governo del Venezuela ha denunciato che nel mese di settembre le forze armate del Paese hanno rilevato che 54 aerei statunitensi hanno effettuato incursioni nella sua regione di informazioni di volo (FIR).

“Solo in questo periodo di 30 giorni, più di 54 aerei, aerei americani, hanno condotto attività di esplorazione e ricognizione nello spazio FIR di Maiquetía, anche nel versante atlantico”, ha affermato in un video pubblicato sul suo account Twitter il comandante operativo strategico dell’Esercito venezuelano, Remigio Ceballos.

Il 21 luglio, le forze armate hanno riferito che, da gennaio a quella data, erano stati registrati 76 incidenti simili che rappresentano “una grave minaccia alla sicurezza” degli aerei che viaggiano quotidianamente nella zona economica esclusiva del Venezuela.

La crisi nel Paese caraibico va avanti da gennaio, quando Juan Guaidó è stato eletto presidente dell’Assemblea Nazionale, controllata dall’opposizione. Il 23 gennaio, l’opposizione venezuelana ha tentato un colpo di stato e Guaidó si è autoproclamato presidente ad interim del Paese. Altri tentativi di golpe si sono susseguiti, ma senza successo. Questa azione è stata appoggiata da un totale di 54 paesi, in primis dagli Stati Uniti. Maduro, che rimane il legittimo presidente del Paese, è sostenuto invece da diversi paesi tra cui spiccano Russia, Cuba, Messico, Cina, Turchia, Bielorussia, Indonesia, Bolivia, Iran, Siria e Nicaragua.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.