Bielorussia: No a base russa nel nostro territorio

Pubblicato il 1 ottobre 2019 alle 13:06 in Bielorussia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

“Non esiste alcun senso pratico, politico o militare”, per l’installazione di una base militare russa in territorio bielorusso. È quanto ha dichiarato il ministro degli Esteri di Minsk, Vladimir Makej, in un’intervista al canale televisivo russo RBK

Diversi media hanno ripetutamente sollevato questo argomento negli ultimi tempi, riportando diverse fonti, sia russe sia bielorusse, e alti funzionari, a Mosca e a Minsk, hanno confermato che le autorità hanno discusso di tale opportunità. Nell’intervista, tuttavia, Makej ha chiarito che il problema sta perdendo rilevanza a causa dello “sviluppo delle moderne tecnologie” e ha anche espresso “seri dubbi” sul fatto che lo spiegamento di nuove strutture militari contribuirà a rafforzare la stabilità e la sicurezza nella regione.

Allo stesso tempo, il capo della diplomazia bielorussa ha sottolineato che la decisione di Minsk non è collegata in alcun modo a presunte “influenze di alcune forze esterne”, in riferimento al miglioramento delle relazioni tra Minsk e l’Unione Europea, ma riguarda solo gli interessi nazionali.

A una domanda diretta da parte del giornalista della RBK se la decisione di Minsk fosse correlata alla posizione dei suoi vicini europei, Polonia e Lituania su tutti, Makej ha risposto: “In Bielorussia non prenderanno mai una decisione di principio sotto l’influenza di forze esterne”. “Se il governo bielorusso prende una decisione, lo fa solo sulla base dell’analisi dell’interesse nazionale. Se l’oggetto della decisione corrisponde ai nostri interessi nazionali o meno è il principio generale che regge la nostra politica, interna ed estera” – ha dichiarato Makej.

In precedenza, il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov aveva definito il rifiuto della Bielorussia di affrontare il tema di una base russa “un episodio spiacevole”. Allo stesso tempo, tuttavia, Lavrov ha sottolineato quanto strette siano le relazioni bilaterali tra Mosca e Minsk anche nell’ambito della difesa e del controllo delle frontiere.

La maggior parte delle basi militari russe all’estero si trovano in altre ex repubbliche sovietiche. In particolare, in Bielorussia esiste già una stazione radar Volga unica progettata per il rilevamento a lungo raggio di lanci di missili balistici. Importanti strutture militari russe si trovano inoltre in Armenia, Kazakistan, Tagikistan e Kirghizistan. Fuori dall’ex-URSS vi sono le basi in Siria, e sono stati siglati accordi per strutture militari congiunte con Egitto e Vietnam.

Già nell’ottobre 2015, il presidente della Bielorussia Aleksandr Lukashenko ha dichiarato che lo schieramento di una base russa da un punto di vista militare non era necessario né per Minsk né per Mosca. All’epoca oggetto delle discussioni era una base dell’Aviazione militare russa.

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.