Russia propone di escludere USA da riunioni Assemblea Generale ONU

Pubblicato il 29 settembre 2019 alle 6:10 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il vice ministro degli Esteri russo Sergej Ryabkov ha proposto di tenere le riunioni del primo comitato dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per gli affari sul disarmo escludendo gli Stati Uniti.

Il vice ministro ha spiegato che tali misure potrebbero essere una risposta alla mancata emissione di visti statunitensi ai membri della delegazione russa presso le Nazioni Unite. Secondo Ryabkov, la Russia ha già avanzato una proposta per rinviare gli incontri di New York e attende la risposta di altri membri della comunità internazionale.

Il diplomatico russo ha definito il rifiuto degli Stati Uniti di rilasciare visti come “una farsa assolutamente indegna” e ha sottolineato che la Russia non è l’unica a dover subire “l’arroganza americana”.

“Hanno raggiunto un nuovo livello di disprezzo per qualsiasi regola, un nuovo record per gli Stati Uniti”, ha dichiarato il diplomatico.

Il 25 settembre, il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha proposto di spostare tutti gli eventi internazionali programmati negli Stati Uniti in luoghi più stabili, attribuendo la decisione anche al rifiuto da parte di Washington di rilasciare visti alla delegazione russa.

Il giorno prima, il senatore russo Konstantin Kosachov aveva affermato che lui e altri nove membri della delegazione russa non avevano ottenuto in tempo i loro visti americani. Mosca ha considerato le azioni di Washington come un “esempio scandaloso di mancanza di rispetto per i membri delle Nazioni Unite”.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.