Aumenta la cooperazione bilaterale Cuba-Russia

Pubblicato il 23 settembre 2019 alle 6:30 in Cuba Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il co-presidente russo del Comitato economico Russia-Cuba, Eduardo Vaino, a margine della prima Fiera nazionale di Cuba a Mosca, evento volto a pubblicizzare i prodotti dell’isola presso gli importatori russi, ha valutato positivamente la realizzazione dei progetti sviluppati dai due paesi.

“Vi è una tendenza positiva nel graduale sviluppo del commercio” – ha detto Vaino. L’imprenditore ha indicato inoltre che l’obiettivo del Comitato economico Russia-Cuba è definire le fasi per la realizzazione di diversi progetti, nonché fare il punto sui risultati.

Vaino ha ricordato che il 5 settembre Russia e Cuba hanno firmato un accordo per creare la prima joint venture sull’isola. La società, che avrà sede nella zona economica speciale di Mariel, sarà specializzata nella produzione di barre composte da fibre di vetro, nei prossimi sei mesi saranno completate tutte le formalità burocratiche e inizieranno i negoziati con le società di costruzioni.

“La fabbrica produrrà oltre 10.000 tonnellate di materiali da costruzione compositi con moderne attrezzature russe e con la partecipazione di oltre 220 specialisti” – ha detto Vaino. La costruzione e la messa in servizio della fabbrica inizieranno a novembre, ha aggiunto. Questa joint venture con la Russia ridurrà le importazioni cubane nel campo dell’edilizia.

Vaino ha inoltre sottolineato l’importanza della cooperazione nella modernizzazione del sistema ferroviario di Cuba e la sua importanza per l’economia del paese antillano.

Un altro ambito di collaborazione è l’esplorazione di un blocco della piattaforma continentale nell’area di Boca de Jaruco, un progetto realizzato dall’impresa petrolifera russa Zarubezhneft.

Per quanto riguarda l’industria automobilistica, Vaino ha sottolineato l’importanza del contratto di fornitura per quasi 2.500 veicoli Kamaz, pezzi di ricambio e attrezzature per la manutenzione. Inoltre, centri di manutenzione della fabbrica russa Kamaz saranno costruiti nella speciale zona economica di Mariel.

Per quanto riguarda i veicoli GAZ, quest’anno sono stati prodotti i primi lotti nel territorio cubano, mentre gli autobus PAZ erano già stati consegnati agli operatori di trasporto cubani. Vaino ha inoltre ricordato che oltre 1.000 furgoncini GAZelle sono stati forniti in base al contratto del 2018 e tutti sono attivamente utilizzati.

Vaino ha anche riferito che nel 2018, 344 auto Lada Vesta e Lada Largus sono arrivate a Cuba per il servizio di taxi all’Avana e, data l’esperienza positiva, la società di produzione è disposta ad aumentare le forniture e ad analizzare la possibilità di produrre questi modelli sul territorio cubano.

Tra gli altri progetti, si sta discutendo della possibilità di produrre autobus YaAZ e PAZ nella città cubana di Sancti Spíritus.

Nel suo discorso, Vaino ha anche prestato attenzione all’industria farmaceutica. “È un’area prioritaria e l’organizzazione della produzione e creazione di joint venture nella Repubblica di Cuba è attualmente in fase di analisi” – ha affermato.

Un altro settore importante è il turismo. Cuba diventa una destinazione sempre più popolare per il mercato russo. “L’anno scorso, oltre 106.000 turisti russi hanno visitato Cuba, che è quasi tre volte più che dopo l’anno della crisi 2015” – ha detto Vaino.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo e russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.