USA: premier australiano in visita ufficiale a Washington

Pubblicato il 20 settembre 2019 alle 16:39 in Australia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il 20 settembre, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha accolto il primo ministro australiano, Scott Morrison, che rimarrà nel Paese per una visita di una settimana. 

Morrison è atteso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York e visiterà una fabbrica di proprietà australiana con Trump in Ohio. Durante la settimana è prevista anche una cena di Stato alla Casa Bianca, un raro onore presidenziale, secondo quanto riferisce la CNN. Alcuni esperti affermano che i due rappresentanti sono molto vicini. Entrambi conservatori, Trump e Morrison hanno trascorso molto tempo insieme al vertice del G20 di Osaka, in Giappone, che si è svolto il 28 e 29 giugno e alla cerimonia di commemorazione del D-Day a Portsmouth, in Inghilterra, il 5 giugno.

Durante una cena con Morrison a Osaka, Trump ha elogiato la sua controparte e si è vantato di aver previsto la sua vittoria alle urne. “Non mi ha sorpreso, ma ha sorpreso molte altre persone. Vedi, lo conoscevo. Quindi ho detto che avrebbe fatto molto bene e lo ha fatto”, ha riferito Trump ai funzionari statunitensi e australiani seduti accanto a loro. Trump ha spesso elogiato Morrison e le sue controverse posizioni sull’immigrazione. Il premier australiano ha a sua volta elogiato il presidente USA, che ha definito “un leader forte che dice quello che sta per fare e poi va e lo fa”. “Vado molto d’accordo con lui”, ha affermato in una recente intervista, aggiungendo che hanno un “rapporto diretto”. Recenti sondaggi mostrano che circa il 75% degli australiani sostiene una forte alleanza con gli Stati Uniti, ma solo il 25% apprezza personalmente Trump.

Tra le altre attività previste in questa settimana, il primo ministro australiano visiterà il quartier generale della NASA, l’agenzia spaziale statunitense, e si recherà a Chicago per incontrare alcuni imprenditori australiani. Domenica 22 settembre, andrà a Wapakoneta, nell’Ohio, per visitare un “nuovo impianto di produzione di proprietà australiana” con il presidente Trump, stando a quanto affermato dalla Casa Bianca in un comunicato. Due giorni dopo, Morrison si recherà a New York per partecipare ad una serie di riunioni, tra cui l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, dove parlerà del problema della “protezione degli oceani e della prevenzione dell’uso di Internet a scopi terroristici”. 

L’Australia ha in genere mostrato una ferma lealtà nei confronti degli Stati Uniti, che rappresentano un partner strategico chiave. Morrison ha sottolineato questa alleanza prima della visita di Stato a Washington. “Siamo un partner dell’alleanza su cui gli Stati Uniti sanno di poter contare, un partner che capisce la propria importanza”, ha dichiarato il premier australiano. Tale partnership è particolarmente rilevante in questo momento, secondo gli esperti, poiché l’Australia è divisa tra la sua alleanza con Washington e le sue relazioni commerciali con Pechino. L’Australia rimane economicamente dipendente dalla Cina, ma sta discutendo apertamente dell’eccessiva influenza cinese sulla società australiana. La visita di Morrison arriva in un momento cruciale per i rapporti tra Stati Uniti e Pechino, che da ottobre riavvieranno ufficialmente i negoziati per mettere fine alla guerra commerciale tra le due Potenze. 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Maria Grazia Rutigliano

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.