Di Maio incontra il ministro degli Esteri dell’Azerbaigian

Pubblicato il 19 settembre 2019 alle 11:26 in Azerbaigian Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il nuovo Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha incontrato suo omologo dell’Azerbaigian, Elmar Mammadyarov.

L’incontro ha avuto luogo alla Farnesina, il 18 settembre, secondo quanto riferisce il sito ufficiale del Ministero degli Esteri italiano. I due rappresentanti hanno incentrato i colloqui sulle relazioni bilaterali tra i due Paesi, in particolare sulla cooperazione economico-commerciale e sulle prospettive di rafforzamento della presenza di imprese italiane in Azerbaijan, anche in un‘ottica di riequilibrio della bilancia commerciale. L’incontro, che si è svolto in un clima molto cordiale, è stata un’occasione utile per confermare l’ottimo stato delle relazioni bilaterali e per avviare la preparazione della prossima visita di Stato del Presidente Aliyev, prevista per l’inizio del 2020.

L’Azerbaigian è un partner strategico per l’Italia: sotto il profilo della sicurezza energetica, economico-commerciale, in termini d’interscambio. Roma è stata il primo partner commerciale del Paese per più di 8 anni consecutivi. L’Azerbaigian è uno snodo cruciale per gli approvvigionamenti di gas naturale ed è divenuto ancora più rilevante a seguito della sottoscrizione dell’accordo per la Trans Adriatic Pipeline, nota anche come Tao. La Tap rappresenta il ramo occidentale di un più vasto piano che dovrebbe portare 10 miliardi di metri cubi all’anno di gas naturale in Italia. Un progetto alternativo al passaggio del Gasdotto in Italia era noto come “Nabucco”, che avrebbe fatto giungere in Europa, attraversando Bulgaria, Romania, Ungheria ed Austria, ben 30 miliardi di metri cubi all’anno, utilizzando gas azero, ma anche kazako e turkmeno. A sottolineare l’intesa tra i due Paesi e al fine di migliorare gli scambi in tutti gli ambiti, un accordo di partnership era stato siglato dal presidente delle ferrovie dell’Azerbaigian, Javid Gurbanov, e dal vicepresidente per lo sviluppo internazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane, Giovanni Rocca. 

Inoltre, Azerbaigian e Italia hanno siglato diversi accordi bilaterali nel 2018, a seguito di un incontro fra i presidenti Ilham Aliyev e Sergio Mattarella avvenuto il 18 luglio 2018, a Baku, anche in ambito culturale. Il rettore dell’Università di architettura e dell’Azerbaigian Gulchohra Mammadova e il direttore del dipartimento di design del Politecnico di Milano, Silvia Piardi, in tale occasione, avevano firmato un memorandum d’intesa fra i due atenei. L’ambasciatore dell’Azerbaigian in Italia, Mammad Ahmadzada, e l’ambasciatore d’Italia in Azerbaigian, Augusto Massari, hanno firmato un accordo tecnico per conto dei ministeri dell’Agricoltura azerbaigiano e della Sanità italiano. Ahmadzada e Massari hanno inoltre sottoscritto una dichiarazione congiunta sulla cooperazione nel campo dell’istruzione superiore fra i dicasteri dell’Istruzione dei due Paesi. 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.