UE: accordo con Mercosur dipende da incendi in Amazzonia

Pubblicato il 4 settembre 2019 alle 8:26 in Brasile Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La ratifica dell’accordo tra il Mercato comune del Sud (Mercosur) e l’Unione europea (UE) dipende in gran misura dalle azioni del Brasile relative agli incendi nella foresta amazzonica. È quanto ha affermato il portavoce della Commissione europea Mina Andreeva.

“Per quanto riguarda l’accordo commerciale con il Mercosur, è difficile immaginare un’armoniosa ratifica da parte dei paesi della UE se la foresta pluviale amazzonica è ancora in fiamme; molto dipenderà anche dalle azioni del Brasile a questo proposito” – ha detto Andreeva in occasione di una conferenza di stampa a Bruxelles

L’Unione europea e il Mercosur (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay) hanno firmato il 28 giugno scorso un accordo di libero scambio che apre i rispettivi mercati alla maggior parte delle merci del partner, al termine di un negoziato iniziato nel 1999 su proposta degli allora presidenti di Argentina e Brasile, Carlos Menem e Fernando Henrique Cardoso, e dei primi ministri di Italia e Spagna, Massimo D’Alema e José María Aznar. Il negoziato è rimasto lungamente bloccato soprattutto per l’opposizione della Francia, che teme che l’ingresso di prodotti agropecuari latinoamericani nel suo mercato.

L’entrata in vigore richiede un adeguamento giuridico e tecnico dei testi e la ratifica nei parlamenti dei paesi membri del blocco sudamericano, del Parlamento europeo e dei parlamenti dei paesi membri della UE.

Tuttavia, nel contesto degli incendi in Amazzonia, diversi paesi dell’UE, tra cui l’Irlanda e la Francia hanno annunciato la possibilità di non sostenere l’accordo commerciale con il Mercosur.

Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, ha accusato il presidente francese Macron di utilizzare gli incendi per bloccare un accordo che Parigi non ha mai realmente voluto. Successivamente le dure polemiche, anche personali, tra i due presidenti, hanno peggiorato le relazioni tra Brasile e Francia.

Il 27 agosto, tuttavia, Heiko Maas, ministro degli Affari Esteri della Germania, un paese che ha spinto fortemente per il raggiungimento di un accordo, ha sottolineato che la politica ambientale e climatica è di importanza fondamentale per la valutazione di un accordo di libero scambio tra l’UE e il Mercosur e ha ricordato che il Brasile si è impegnato a combattere la deforestazione e deve mantenere le promesse.

Il numero di incendi in Amazzonia è triplicato in un anno, passando da 10.421 nell’agosto 2018 a 30.901 ad agosto del 2019, secondo i dati dell’Istituto nazionale di ricerca spaziale del Brasile.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo e portoghese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.