Ministro degli Esteri cinese in visita in Corea del Nord

Pubblicato il 4 settembre 2019 alle 10:34 in Cina Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, si trova in Corea del Nord, dove ha effettuato una visita ufficiale di 3 giorni e ha incontrato il suo omologo nordcoreano, Ri Yong Ho. Tale visita si inserisce in un rinnovato rapporto tra i due Paesi, consolidatosi a partire da giugno. 

La visita è iniziata lunedì 2 settembre, secondo quanto riferito dal quotidiano The Diplomat. “Wang Yi, consigliere di Stato e ministro degli Esteri della Repubblica Popolare cinese, è arrivato qui lunedì su invito di Ri Yong Ho, ministro degli Esteri della Repubblica Popolare Democratica di Corea”, ha riportato la principale emittente nordcoreana. Si tratta della seconda visita di Wang in Corea del Nord nel 2019. Quella precedente risale al 20 giugno, quando il presidente cinese, Xi Jinping, si era recato a Pyongyang per uno storico vertice con Kim Jong-Un. Questo ha rappresentato la prima visita di un leader cinese in Corea del Nord, negli ultimi 14 anni.

Il ministero degli Esteri cinese ha descritto il viaggio di Wang come un tentativo di dare seguito ai risultati di quel vertice. “La prossima visita del Consigliere di Stato e del Ministro degli Esteri Wang Yi è un importante passo per portare la collaborazione al più alto livello tra i nostri due partiti e Paesi in modo da far avanzare le relazioni bilaterali”, ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri cinese, Geng Shuang, durante un briefing con la stampa, prima del viaggio di Wang.”La Cina è disposta a collaborare con la Repubblica Democratica Popolare di Corea per attuare quanto prima il consenso raggiunto dal segretario generale Xi Jinping e dal presidente Kim Jong Un”, ha affermato Wang durante il suo incontro con Ri, secondo quanto riferito dal il Ministero degli Esteri cinese il 3 settembre. Wang si è impegnato “a commemorare il settantesimo anniversario dell’istituzione di relazioni diplomatiche” tra Cina e Corea del Nord. Si è poi detto favorevole a “promuovere scambi amichevoli e una cooperazione pragmatica in ambito internazionale”.

L’ultimo viaggio di Wang arriva pochi giorni prima dell’anniversario del giorno della fondazione della Corea del Nord, che si celebrerà il 9 settembre. In seguito, è prevista una riunione dell’Assemblea Suprema del Popolo in Corea del Nord, un’istituzione analoga al parlamento nel Paese asiatico. Durante l’ultima riunione dell’Assemblea Popolare Suprema, la costituzione era stata modificata per rafforzare ulteriormente la posizione di Kim Jong Un. La leadership di Kim “è stata ulteriormente consolidata per garantire con fermezza la guida monolitica del leader supremo su tutti gli affari dello Stato”, secondo quanto aveva riferito il quotidiano di Stato, Rodong Sinmun, citando Choe Ryong Hae, il numero 2 della Corea del Nord. Il viaggio del ministro degli Esteri cinese a Pyongyang arriva in un momento di tensione tra il continente asiatico e gli Stati Uniti. Gli storici summit per la denuclearizzazione tra il presidente USA, Donal Trump e Kim Jong-Un sono in una situazione di stallo. Inoltre, i rapporti tra Pechino e Washington continuano ad essere critici a causa della guerra commerciale in atto tra i due Paesi. 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.