Cooperazione Italia-Russia: è boom di studenti italiani a Mosca

Pubblicato il 3 settembre 2019 alle 6:10 in Italia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il nuovo anno accademico in Russia inizia con due nuovi “record” legati all’Italia che giungono dall’MGIMO, l’Università Statale per le Relazioni Internazionali di Mosca: mai così tanti studenti italiani immatricolati, mentre per il prossimo anno accademico l’italiano sarà la lingua più studiata.

Sono 70 gli studenti italiani che nell’anno accademico 2019-20 studieranno relazioni internazionali nelle aule dell’università russa, che annovera fra i suoi ex alunni anche l’attuale ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov.

Sono invece 450 gli studenti russi e stranieri che hanno scelto lo studio della lingua italiana nel campus moscovita, circa il 10% del totale degli studenti immatricolati.

Dati che sottolineano l’incremento dello sviluppo delle relazioni tra l’MGIMO ed il contesto accademico italiano. L’ateneo moscovita vanta infatti un accordo di doppia laurea con l’università la Sapienza di Roma e le università di Firenze, Pisa, Cagliari, Trieste e Macerata, oltre a protocolli d’intesa con la LUISS Guido Carli di Roma e le università Bocconi e Sacro Cuore di Milano.

L’istruzione, la comprensione reciproca delle rispettive culture, lingue e dinamiche politiche, sociali e commerciali è alla base delle solide relazioni tra Italia e Russia.

E’ con questo messaggio che, il 29 agosto, nella cerimonia di consegna dei libretti universitari ospitata nell’aula Magna dell’MGIMO, ha preso la parola anche Alfredo Gozzi, direttore generale di Confindustria Russia.

Nel suo intervento Gozzi ha sottolineato l’importanza della cooperazione tra i due paesi nella sfera accademica, a cui guarda con interesse il mondo dell’impresa. Confindustria Russia, tramite i suoi associati, offre agli studenti diverse occasioni di stage e formazione extracurriculari.

L’Università MGIMO di Mosca conta 4500 iscritti e comprende 9 facoltà: Relazioni Internazionali, Giornalismo Internazionale, Scienze Politiche, Economia, Diritto Internazionale, Business Management, Relazioni economiche internazionali, Economia applicata e commercio, Linguistica e comunicazione multiculturale. In totale sono 53 le lingue insegnate.

Lo scorso 13 dicembre, su invito della Facoltà di Management e Politica, l’ambasciatore italiano in Russia Pasquale Terracciano ha visitato il campus tenendo una lectio magistralis e rispondendo alle domande degli studenti.

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.