Ucraina: Honcharuk è il nuovo premier, ecco il suo governo

Pubblicato il 30 agosto 2019 alle 6:36 in Europa Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il candidato del presidente ucraino, Volodymyr Zelenskiy, per la presidenza del consiglio, Oleksiy Honcharukè stato nominato nuovo premier dell’Ucraina. 

La nomina, avvenuta giovedì 29 agosto, giunge a poco più di un mese dalle elezioni legislative del Paese, che si sono tenute lo scorso 24 luglio, quando Servitore del Popolo, il partito di Zelenskiyaveva ottenuto la maggioranza assoluta. Tale risultato elettorale aveva reso Zelenskij il primo presidente della storia dell’Ucraina a non doversi appoggiare a governi di coalizione con partiti minori. 

Nel suo discorso al Parlamento, il neoeletto premier ucraino, dell’età di 35 anni, ha dichiarato che nel corso della sua azione di governo verrà data priorità alle misure economiche, al fine di accelerare la crescita del Paese. In particolare, Honcharuk ha dichiarato di voler far crescere l’Ucraina a un tasso pari “non al 2-3%, ma almeno al 5-7%” e che a tal fine negozierà un nuovo programma di collaborazione con il Fondo Monetario Internazionale, il quale aveva già emesso aiuti per il Paese nel 2014 a seguito dell’intervento della Russia e dell’annessione della Crimea. Nell’agenda di Honcharuk, anche l’innalzamento della qualità della vita e la lotta alla corruzione.  

Tuttavia, il presidente ha lanciato un monito al governo di nuova formazione, invitandolo a “non cadere nel populismo e a non sommergere decisioni importanti con migliaia di emendamenti privi di significato,” ma, al contrario, spingendolo “ad implementare le riforme che i cittadini dell’Ucraina e di tutto il mondo civilizzato sono davvero stanchi di attendere”. 

Oltre a Honcharuk, il Parlamento ha altresì approvato la nomina del ministro della Difesa, l’avvocato e attivista Andriy Zahorodnuyk, e del ministro degli Esteri, l’ex ambasciatore ucraino in Canada e inviato presso la NATO, Vadym Prystaiko, il quale, durante il suo discorso alla Camera, ha dichiarato di voler porre fine al conflitto nella regione orientale dell’Ucraina, dato che il Paese necessità “pace e stabilità”. 

Ad esser stato nominato, anche il nuovo Responsabile del Servizio di sicurezza del Paese, proposto anch’egli da ZelenskiyIvan Bakanovil quale aveva precedentemente diretto la campagna elettorale dell’attuale capo di Stato. Il nuovo presidente della Camera è invece Dmytro Razumkov, precedentemente consigliere di Zelenskiy durante la campagna elettorale e, successivamente, presidente del partito al potere.  

Il partito di Zelenskiy, il “Servitore del Popolo”, secondo quanto ricostruito dal NY Times, prende il nome dalla sitcom televisiva in cui l’attuale capo di Stato ucraino, ex comico, svolgeva il ruolo del professore di un liceo che diventava presidente del Paese. Come Zelenskiy, nessuno dei deputati del suo Partito è mai stato eletto membro del Parlamento. Tale elemento, tuttavia, è visto positivamente da molti ucraini, i quali “sono stanchi delle vecchie élite, percepite come corrotte e inefficienti”. 

Secondo quanto riportato dalla CNN, e ripreso da Reuters, nella stessa giornata, Trump ha dichiarato di aver preso in considerazione la sospensione dell’invio di 250 milioni di dollari in aiuti militari che gli Stati Uniti avevano approvato per l’Ucraina. 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play  

Jasmine Ceremigna 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.