Tensione nei cieli: jet russo allontana aereo da guerra NATO

Pubblicato il 14 agosto 2019 alle 6:04 in NATO Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un jet da combattimento russo ha allontanato un aereo da guerra della NATO che si stava avvicinando al velivolo su cui viaggiava il ministro della Difesa Sergei Shoigu, sopra le acque internazionali, quindi neutrali, del Mar Baltico. È quanto ha riportato, martedì 13 agosto, l’agenzia di stampa Reuters citando la testimonianza di un giornalista del quotidiano TASS, anche lui a bordo dell’aereo di Shoigu.

La fonte riferisce che il velivolo stava tornando dall’enclave russa di Kaliningrad, sul Mar Baltico, verso Mosca, quando la situazione nei cieli si è fatta più tesa. La NATO non ha ancora rilasciato alcun commento sulla vicenda. I media russi affermano che l’aereo su cui viaggiava il ministro Shoigu è stato scortato per tutto il tempo da due caccia russi SU-27. Un video dell’incidente pubblicato online da agenzie di Stato mostra uno dei jet russi che punta bruscamente a sinistra, in direzione dell’aereo NATO, costringendolo a virare anch’esso verso sinistra. Sembra che l’areo da guerra dell’Alleanza Atlantica sia un jet F-18 spagnolo con base in Lituania.

Il ministro Shoigu si trovava a Kaliningrad per partecipare a una cerimonia di inaugurazione dei lavori di costruzione di una nuova accademia militare, una branca della Scuola Navale Nakhimov.

Un evento simile si era già verificato nel giugno 2017 e aveva coinvolto sempre un aereo di Shoiugu. Anche in quel caso, un F-16 della NATO aveva avvicinato il velivolo su cui viaggiava il ministro della Difesa russo, sopra le acque internazionali del Mar Baltico, ed era stato allontanato da un jet militare SU-27 russo. Il caccia avrebbe “mostrato gli armamenti” e a quel punto l’areo NATO se ne sarebbe andato, secondo quanto riferito all’epoca da TASS. In quell’occasione, il ministro era diretto a Kaliningrad per una riunione ufficiale. La NATO, tuttavia, aveva sostenuto che il suo jet non era stato allontanato ed era stato inviato per seguire una flotta di aerei russi che non riuscivano ad identificarsi. Inoltre, l’Alleanza aveva chiarito che non era a conoscenza dei passeggeri che si trovavano in quel momento a bordo dell’aereo russo.

Le tensioni tra la Russia e gli Stati Uniti e gli incontri con aerei da guerra della NATO sono aumentati da quando Mosca tenta di dimostrare la sua rinnovata potenza militare. Le relazioni con l’Occidente, inoltre, si sono deteriorate dall’acquisizione russa della Crimea nel marzo 2014 e dal suo supporto ai separatisti dell’Est Ucraina.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.