Argentina ammette denunce di violazioni dei diritti umani in Venezuela

Pubblicato il 2 agosto 2019 alle 9:55 in Argentina Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governo di Buenos Aires ha annunciato l’apertura di uno sportello per accogliere le denunce sporte dai migranti venezuelani in Argentina sulle violazioni dei diritti umani nel loro paese, in risposta al duro rapporto pubblicato dall’ONU sulle torture e sulla repressione perpetrate dal governo chavista.

“Con attenzione al rapporto dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti dell’uomo e in osservanza agli impegni e agli obblighi internazionali per i diritti umani, il Ministero della Giustizia e dei Diritti Umani invita i fratelli venezuelani a fornire le proprie testimonianze e a riferire tutte le informazioni che ritengano utili e pertinenti sulle possibili violazioni dei diritti umani in Venezuela” – si legge in un comunicato del Ministero della Giustizia argentino.

Secondo quanto indicato, le testimonianze saranno analizzate per valutarne l’eventuale invio agli organismi internazionali competenti, con l’obiettivo di “contribuire ad arrestare e a rimediare alle violazioni denunciate su quanto avviene in Venezuela”. Le autorità chiariscono che, se necessario, l’identità dei ricorrenti sarà tenuta riservata.

La raccolta delle informazioni avrà luogo nel Centro di Orientamento per i Migranti di Buenos Aires.

Secondo quanto spiegato dal presidente Mauricio Macri, la decisione di mettere a disposizione un gruppo interdisciplinare che accolga le denunce sarà situata nella presentazione realizzata davanti alla Corte Penale Internazionale (CPI) dall’Argentina, dal Perù, dal Canada, dalla Colombia, dal Cile e dal Paraguay; con i rapporti stilati dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite, Michelle Bachelet, e con quello degli esperti internazionali indipendenti richiesto dall’Organizzazione degli Stati Americani (OSA).

Inoltre, verrà messa a disposizione una linea telefonica attiva giorno e notte di assistenza alle vittime, per fornire più dettagli sull’operazione.

Alle attività parteciperà un gruppo di esperti, specializzati nell’assistenza alle vittime del CENAVID (il Centro di assistenza alle vittime di reati dello stato argentino), con le organizzazioni della società civile invitate in qualità di osservatrici.

 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.