Russia-Cuba: Lavrov a L’Avana

Pubblicato il 24 luglio 2019 alle 12:33 in Cuba Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

 Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov è arrivato a Cuba nella prima tappa di un tour in America Latina che comprende anche Suriname e Brasile. Lavrov è stato ricevuto all’aeroporto internazionale dell’Avana da Emilio Lozada, direttore generale degli affari bilaterali del Ministero degli Affari esteri cubano.

L’agenda di Lavrov sull’isola comprende un incontro con il suo omologo cubano, Bruno Rodríguez Parrilla, e con il presidente dell’isola, Miguel Díaz-Canel. Il capo della diplomazia russa parteciperà anche alla ri-inaugurazione della Statua della Repubblica, nel Campidoglio dell’Avana, recentemente restaurato con finanziamenti del Cremlino e con la collaborazione di specialisti russi.

Da programma il ministro degli Esteri russo offrirà una conferenza stampa con la stampa nazionale e straniera, al termine dei colloqui ufficiali presso il ministero degli Esteri cubano.

Il ministero degli Esteri di Mosca ha comunicato che Lavrov durante la visita discuterà con il suo pari cubano, Bruno Rodríguez Parrilla un ampio elenco di affari correnti nella cooperazione tra i due paesi, argomenti d’attualità nell’agenda globale e regionale.

“Sono previsti incontri di Sergej Lavrov con il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez, in cui si prevede di affrontare una vasta gamma di problemi attuali sulle agende globali e regionali” – sottolinea la nota del dicastero diplomatico russo.

I due ministri discuteranno inoltre di vari aspetti della cooperazione bilaterale, comprese le questioni relative alle relazioni commerciali, economiche, culturali e umanitarie, che fanno di Cuba il principale alleato latinoamericano di Mosca.

“Le riunioni dei ministri degli esteri si svolgono costantemente e le consultazioni politiche russo-cubane coprono regolarmente questioni internazionali, regionali e bilaterali” – spiega il ministero degli Esteri russo, sottolineando che Cuba è un importante alleato strategico della Russia in America Latina.

Secondo la dichiarazione “sono attualmente in corso lavori per migliorare e aggiornare la base giuridica delle relazioni” tra Mosca e L’Avana.

Un altro degli aspetti principali della cooperazione tra i due paesi è lo sviluppo di uno scambio nel campo dell’istruzione. Per l’anno accademico 2019-2020, gli studenti cubani avranno 100 posti nelle università russe, i loro studi correranno a carico del bilancio russo.

Il ministero degli Esteri russo ha anche espresso un forte rifiuto della recente ripresa dell’embargo decretato contro Cuba dagli Stati Uniti più di mezzo secolo fa. “Riteniamo che l’imposizione di sanzioni illegittime contro l’Avana limiti i diritti naturali dei cittadini cubani a un tenore di vita dignitoso e alla scelta del proprio modello di sviluppo sociale ed economico, e contraddica anche i principi fondamentali della Carta delle Nazioni Unite, basata su le idee di progresso, integrazione e solidarietà” – sottolinea la nota.

Da parte sua, Lavrov, in un’intervista con diversi media latinoamericani e al network RT, ha affermato che durante la sua visita a Cuba discuterà l’intero complesso delle relazioni russo-cubane con le autorità di quel paese.

“Visito sempre Cuba con grande piacere. Sono sicuro che questa volta avremo conversazioni utili con i leader cubani e discuteremo dell’intera gamma delle nostre relazioni. Sono molto ricche, sfaccettate, in ambito di coordinamento economico, culturale, umanitario e politico” – ha detto Lavrov.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo e russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.