Indonesia – EAU: firmati accordi dal valore di oltre 9 miliardi di dollari

Pubblicato il 24 luglio 2019 alle 17:54 in Emirati Arabi Uniti Indonesia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Alcune aziende indonesiane ed emiratine hanno siglato 3 accordi commerciali dal valore complessivo di 9.7 miliardi di dollari durante la visita ufficiale del principe di Abu Dhabi, Mohammed bin Zayed, in Indonesia, avvenuta il 24 luglio.

È quanto dichiarato dal governo indonesiano, che ha reso noto che lo sceicco bin Zayed ha incontrato il capo di Stato indonesiano, Joko Widodo, presso il palazzo presidenziale a Bogor, a Sud della capitale, Jakarta.

Nel corso della visita, secondo quanto riportato dal Ministero degli Esteri indonesiano, la compagnia nazionale petrolifera emiratina, la Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) ha siglato un accordo con la compagnia energetica di bandiera indonesiana, la PT Pertamina, per l’avvio di una forte collaborazione nei settori del petrolio e del gas a livello bilaterale e internazionale, che potrebbe portare ad un profitto di oltre 2.5 miliardi di dollari. Da parte sua, la ADNOC ha dichiarato che l’accordo riguarda progetti in merito all’estrazione di petrolio e gas negli Emirati, così come alla raffinazione del petrolio, alla produzione di prodotti petrolchimici, di GNL, di GPL e di cherosene e alla vendita di carburante in Indonesia.

Un secondo accordo economico è quello siglato tra la compagnia di bandiera indonesiana, la Chandra Asri Petrochemical, la compagnia di investimenti emiratina, Mubasala, e l’azienda energetica austriaca, la OMV. L’accordo è teso ad esplorare nuove opportunità nel settore petrolchimico. In particolare, il Ministero degli Affari Esteri indonesiano ha specificato che le tre aziende svilupperanno un impianto per il cracking della nafta e per la produzione di prodotti petrolchimici, con un profitto potenziale stimato a circa 6 miliardi di dollari.

Parallelamente, la compagnia indonesiana Maspion Group ha siglato un accordo commerciale con l’azienda che gestisce il porto di Dibai, la Dubai Port World, in base al quale le 2 aziende collaboreranno alla realizzazione di un terminal per container presso la città di Gresik, nella provincia di Giava Orientale, ad Est di Jakarta.

Il principe di Abu Dhabi, Mohammed bin Zayed, e il Capo di Stato indonesiano hanno inoltre discusso degli investimenti nel settore turistico dell’Indonesia. Parallelamente, alle aziende indonesiane sarà concesso di partecipare alle gare di appalto nel settore delle costruzioni degli Emirati Arabi Uniti.

L’ Indonesia è considerata, a seguito della caduta del regime dittatoriale di Suharto, una delle democrazie più stabili del Sud-est asiatico. A seguito delle elezioni presidenziali del 2014, il presidente Widodo aveva fatto crescere l’economia del Paese, ma con un tasso di crescita minore rispetto a quella registrata il decennio precedente. Negli ultimi 5 anni, Widodo ha portato a termine alcune importanti opere infrastrutturali, ma mancano ancora stimoli all’economia, tra cui gli investimenti stranieri, che non sono stati sufficientemente attirati. In tale contesto, dopo essere stato riconfermato leader del Paese, Widodo ha deciso di puntare sullo sviluppo dell’economia del Paese.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

 Jasmine Ceremigna 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.