Ucraina: Zelenskij vince le elezioni legislative

Pubblicato il 22 luglio 2019 alle 12:34 in Europa Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Servitore del Popolo, il partito del presidente ucraino Volodymyr Zelenskij, ha vinto le elezioni con il 42,4% dei voti. Il risultato, in attesa dello scrutinio dei seggi uninominali, dovrebbe garantire al presidente la maggioranza assoluta alla Rada, il parlamento monocamerale di Kiev, in solitario o grazie all’alleanza con qualche formazione minore.

Il grande sconfitto del voto è, ancora una volta, l’ex presidente Petro Poroshenko, la cui formazione, Solidarietà Europea, ha conquistato l’8,6% dei voti, contro il 21,32% delle legislative del 2014. Il partito di Poroshenko è stato superato anche dalla Piattaforma d’Opposizione filo-russa, guidata da Vadim Rabinovich e Jurij Bojko, ma manovrata dall’oligarca Viktor Medvedchuk, vicino a Putin, che ha ottenuto il 12,9%. Quarta la formazione dell’ex premier Julija Timoshenko, Madrepatria, con l’8%. Quinti i liberali di ‘Golos’ (La voce) con il 6,3%. La destra ultranazionalista, riunita nella piattaforma ‘Svoboda’ (Libertà), ha conquistato il 2,34% dei voti, mentre l’ex presidente georgiano ed ex governatore di Odessa, Michail Saakashvili, non ha superato lo 0,5%.

Il risultato della formazione di Zelenskij rappresenta il record di suffragi per un singolo partito politico sin dall’indipendenza dell’Ucraina nel dicembre 1991. Il progetto riformatore del presidente, eletto il 22 aprile scorso con un sostegno record del 72%, godrà ora di un importante sostegno parlamentare. 

Alle urne si è recato il 48% degli avanti diritto, con tassi d’affluenza molto bassi nelle regioni a maggioranza russofona del sud e dell’est del paese. Nei territori delle autoproclamate Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk non si sono svolte elezioni. Vacanti anche i seggi che la legge ucraina assegna alla Crimea. 

Sarà necessario attendere i risultati dei collegi uninominali e la distribuzione dei voti delle formazioni minori per conoscere la composizione della nuova Rada, ma sembra probabile che il nuovo premier sia Dmitro Razumkov, leader della formazione Servitore del Popolo. 

Dopo la pubblicazione dei primi exit-poll il presidente Zelenskij ha parlato ai suoi sostenitori che festeggiavano l’ampia vittoria elettorale. Zelenskij ha dichiarato che la priorità del nuovo governo sarà mettere fine alla guerra nell’Est del paese, per poter “far la guerra alla corruzione”, che secondo il presidente è il principale problema dell’Ucraina, che ne impedisce lo sviluppo. 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.