Etiopia – Eritrea: incontro tra vertici ad un anno dal nuovo scoppio delle tensioni

Pubblicato il 18 luglio 2019 alle 18:44 in Eritrea Etiopia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro dell’Etiopia, Abiy Ahmed, si è recato in visita ad Asmara, in Eritrea, giovedì 18 luglio, per incontrare il suo omologo Isaias Afwerki.

L’incontro, secondo le dichiarazioni rilasciate dal ministro dell’informazione eritreo, è stato focalizzato “sull’ulteriore miglioramento della collaborazione tra i due Paesi a 360°” e “sulle questioni regionali, e non solo, che sono di mutuo interesse”.

Il premier Abiy si è recato in Eritrea insieme ad alcuni vertici del governo e figure influenti nel Paese, tra cui il ministro delle Finanze, Ahmed Shide, e il direttore generale della compagnia aerea di bandiera, Tewolde Gebremariam.

La delegazione etiope è stata accolta ad Asmara dal premier eritreo, anche lui accompagnato da una delegazione dei principali vertici del governo, tra cui il consulente presidenziale Yemane Ghebremeskel.

Il vertice si è tenuto, in modo incidentale, ad un anno dalla firma del primo accordo di pace tra i due Paesi, a seguito del quale vi è stato un nuovo scoppio delle ostilità terminato con il secondo accordo del 16 settembre 2018.

Eritrea ed Etiopia hanno combattuto una violenta guerra per questioni della definizione di confini e per la città di Badme; il conflitto, nel quale morirono circa 80mila persone, iniziò il 6 maggio 1998 e si concluse il 25 maggio 2000, con un negoziato siglato il 12 dicembre del 2000 e noto come accordo di Algeri. Nonostante ciò, periodici scontri si erano verificati in seguito al rifiuto dell’Etiopia di accettare la sentenza della Commissione per la delimitazione dei confini sostenuta dall’ONU. Tale sentenza aveva stabilito che la città di Badme, alla frontiera tra i due Stati, dovesse essere ceduta all’Eritrea. 

Addis Abeba e Asmara, in guerra dal maggio 1998, hanno riallacciato i rapporti a partire dal 9 luglio 2018, data della firma di una dichiarazione congiunta di pace ed amicizia da parte di Abiy e Afwerki, ad Asmara. Successivamente, il 16 settembre, i due leader si sono incontrati nuovamente a Gedda, in Arabia Saudita, per firmare il secondo accordo di pace, alla presenza del sovrano saudita, re Salman, del principe ereditario, Mohammed bin Salman, e del segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. Il riavvicinamento tra i due Stati è stato favorito dall’inizio del mandato ministeriale del nuovo premier etiope, Abiy Ahmed, il 2 aprile 2018.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

 Jasmine Ceremigna

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.