Pakistan: arrestato il fondatore del gruppo armato Lashkar-e-Taiba

Pubblicato il 17 luglio 2019 alle 18:32 in Pakistan USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La polizia pakistana ha arrestato Hafiz Muhammad Saeed, il fondatore del gruppo armato Lashkar-e-Taiba (LeT), per accuse legate al finanziamento del terrorismo.

L’arresto è stato effettuato da un gruppo di agenti del dipartimento contro il terrorismo mentre l’uomo si stava recando in tribunale, nella città centrale di Gujranwala, mercoledì 17 luglio. “I casi contro di lui sono tutti legati a raccolte di fondi”, ha dichiarato Nadeem Awan, portavoce dell’ala umanitaria dell’organizzazione, nota come Jamaat-ud-Dawa (JuD). “È accusato di finanziamento del terrorismo”, ha continuato il portavoce.

Il JuD ha dichiarato che avrebbe contestato l’arresto in tribunale e avrebbe chiesto la libertà di Saeed. “Ci rivolgeremo all’Alta Corte e continueremo a usare tutti i mezzi legali per combattere l’ingiustizia contro di noi, e crediamo che i tribunali ci sosterranno”, ha affermato Awan. Saeed è il fondatore del LeT ma sostiene di aver rinunciato a qualsiasi ruolo nel gruppo, dal 2001. Tuttavia, questo è accusato dall’India di aver architettato gli attacchi di Mumbai del 26 novembre del 2008, che hanno causato la morte 164 persone.

Il LeT è noto per i numerosi attacchi effettuati contro le forze di sicurezza e i parlamentari indiani, principalmente nella contesa regione del Kashmir. Il Pakistan sta subendo crescenti pressioni per reprimere i gruppi armati che operano sul suo territorio dal 2017, quando è stato inserito nella lista di controllo del Financial Action Task Force (FATF), un organo intergovernativo composto da 39 membri che controlla i freni sul finanziamento del terrorismo e riciclaggio di denaro.

Lashkar-e-Taiba fu fondata in Afghanistan, nel 1987, da Hafiz Saeed, Abdullah Azzam e Zafar Iqbal, con il sostegno finanziario del leader di al-Qaeda, Osama Bin Laden. Secondo fonti attendibili, il suo quartier generale sarebbe a Muridke, vicino Lahore, nella provincia del Punjab, in Pakistan. Lashkar-e-Taiba, inoltre, gestisce alcuni campi di addestramento nella parte del Kashmir che ricade sotto l’amministrazione del Pakistan. L’obiettivo dell’organizzazione è quello di liberare la porzione del Kashmir controllata dell’India, dove vorrebbe instaurare uno Stato Islamico per poi imporre il suo dominio su tutto il sud-est asiatico. 

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.