Visita lampo di Putin a Roma

Pubblicato il 2 luglio 2019 alle 14:03 in Italia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Vladimir Putin arriverà a Roma  giovedì 4 luglio e si tratterrà per meno di 24 ore. Il presidente della Federazione russa incontrerà le massime cariche dello Stato italiano e papa Francesco. La visita inizierà proprio dal Vaticano, dove il leader del Cremlino è atteso per le 13:30, proseguirà poi con l’incontro con il presidente Sergio Mattarella al Quirinale, previsto per le 14:45 e con il capo del governo Giuseppe Conte alle 16 a Palazzo Chigi. Due ore e mezzo dopo il presidente russo è atteso alla Farnesina per prendere parte al Forum dialogo Italia-Russia. Alle 19.30 la cena di Stato a Villa Madama. Prima delle 22 Putin dovrebbe lasciare Roma.

Il presidente russo sarà accompagnato da una scorta di circa mille agenti delle forze di sicurezza italiane e dalla sua scorta personale, in coordinamento con l’FSB, i servizi di intelligence della Federazione russa. 

La visita di Putin era stata concordata nei mesi scorsi dopo le visite a Mosca, tra ottobre e novembre 2018 del premier Giuseppe Conte, del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi e del ministro dell’Interno Matteo Salvini. A margine del G20 di Osaka del 28 e 29 giugno, Conte e Putin avevano tenuto un breve bilaterale incentrato sulle relazioni bilaterali tra Mosca e Roma e si erano ripromessi di continuare a discuterne in occasione della visita del presidente russo.

L’incontro con papa Francesco sarà il secondo tra Vladimir Putin e il pontefice argentino, eletto nel marzo 2013. Il precedente si era tenuto il 10 giugno 2015. Putin arrivò con un’ora di ritardo, spiegando il ritardo con ingorghi a Milano e Roma, così come “lunghe trattative” con il primo ministro italiano dell’epoca, Matteo Renzi, proprio per questa ragione, chiarisce il network Sputnik, vicino al Cremlino, Vladimir Putin ha deciso di iniziare la sua giornata romana proprio dal Vaticano.

Con il pontefice, conferma il Cremlino, gli argomenti di conversazione concordati con la Santa Sede sono la guerra in Siria e il conflitto in Ucraina. Durante gli incontri con Sergio Mattarella e Giuseppe Conte, si legge nella nota ufficiale della Presidenza federale, i temi chiave sul tavolo saranno le principali questioni per rafforzare la cooperazione russo-italiana in ambito politici, commerciale ed economico, nonché nella sfera culturale e umanitaria. Si prevede inoltre di discutere argomenti di attualità internazionale e regionale. Probabilmente saranno discusse la crisi in Libia e le sanzioni anti-russe di cui Roma ha approvato il rinnovo in sede UE nonostante avesse affermato il contrario in ripetute occasioni.

Al Forum dialogo Italia-Russia, Putin parlerà degli investimenti italiani in Russia, tra i più colpiti dalla guerra commerciale di sanzioni e contro-sanzioni tra l’Unione europea e la Federazione russa.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.