Principe ereditario saudita incontra l’imperatore del Giappone

Pubblicato il 2 luglio 2019 alle 18:48 in Arabia Saudita Giappone

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammed bin Salman, ha incontrato l’imperatore Naruhito del Giappone, presso l’Akasaka Palace di Tokyo, martedì 2 luglio.

L’imperatore ha accolto il principe ereditario e ha espresso apprezzamento per la sua partecipazione al vertice del G20 a Osaka, secondo quanto riferito l’agenzia stampa saudita (SPA). Durante l’incontro, i due hanno esaminato le relazioni bilaterali tra i loro Paesi e hanno sottolineato l’entusiasmo dei loro governi nello sviluppare e migliorare i rapporti tra Tokio e Riad. Il principe saudita è arrivato il 27 giugno, in Giappone, per partecipare al summit del G20. Il giorno precedente aveva visitato la Corea del Sud per incontrare il presidente Moon Jae-in e i suoi alti ufficiali. Anche il presidente americano Donald Trump era arrivato ad Osaka il 27 giugno, per partecipare all’incontro dei leader mondiali. 

Il Gruppo dei 20, o G20, è un forum dei leader, dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali, creato nel 1999, dopo una successione di crisi finanziarie per favorire l’internazionalità economica e la concertazione tenendo conto delle nuove economie in sviluppo. Di esso fanno parte i 19 paesi più industrializzati (Germania, Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Stati Uniti d’America, Francia, India, Indonesia, Italia, Giappone, Messico, Regno Unito, Russia, Sud Africa, Turchia) con l’eccezione della Spagna, che partecipa alle sue riunioni in qualità di invitato permanente, e i Paesi Bassi. È presente, inoltre, l’Unione Europea. L’incontro di quest’anno è stato dominato dalla questione delle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti. 

Il G20 rappresenta i due terzi del commercio e della popolazione mondiale, oltre all’80% del PIL mondiale. Sono presenti anche alcune tra le maggiori organizzazioni internazionali. I leader del G20 si incontrarono per la prima volta nel 2008, per cercare di salvare l’economia globale dalla peggiore crisi finanziaria in 70 anni. L’ultimo summit si è tenuto nel dicembre 2018, a Buenos Aires, in Argentina. L’incontro del 2018 è stato considerato un importante test per i 20 Paesi industrializzati che vi hanno partecipato. Con la crescita del sentimento nazionalista in molti di essi, il G20 ha dovuto affrontare molti dubbi in relazione alla sua capacità di gestire le tensioni commerciali.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.