Germania: Merkel contro estremismi di destra

Pubblicato il 23 giugno 2019 alle 6:00 in Europa Germania

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Cancelliera tedesca, Angela Merkel, sabato 22 giugno, ha affermato che il Paese deve combattere “rigorosamente” contro l’estremismo dell’ala conservatrice, in seguito all’omicidio di un noto politico con vedute pro-immigrazione.

Merkel, prendendo la parola a Dortmund in occasione di un incontro annuale di chiese protestanti, ha affermato che l’estremismo di destra deve essere combattuto “senza alcun tabù”, altrimenti ne conseguirebbe una “completa perdita di credibilità”. La leader tedesca ha poi sottolineato che il governo sta prendendo la questione “molto, molto sul serio”. Nel corso della settimana precedente, il Ministro dell’Interno, Horst Seehofer, aveva rilasciato commenti analoghi.

Il caso di cronaca che ha recentemente sollevato polemiche nel Paese è stato l’omicidio di Walter Lübcke, politico pro-immigrazione e membro dell’Unione Cristiano-Democratica e capo del consiglio regionale (Regierungsbezirk) di Kassel, uno dei tre Stati federali di Hesse. Il 2 giugno scorso, l’uomo, alleato regionale di Merkel, è stato trovato senza vita nella sua residenza nel villaggio di Istha, in terrazzo, ucciso da un proiettile alla testa sparato a breve distanza. In connessione con l’omicidio, il 15 giugno, è stato arrestato il 45enne Stephan E., simpatizzante di estrema destra il cui DNA era stato rinvenuto sulla scena del crimine. Secondo gli investigatori, l’uomo era già noto per aver militato nell’ala estremista tedesca negli anni Ottanta e Novanta, e si sospetta un suo legame con il gruppo terroristico Combat 18. Il sospettato presenta precedenti penali tra cui attacchi mirati con coltello e ordigni esplosivi contro membri di minoranze etniche nel Paese.

La Germania è la culla di circa 12.700 radicali di estrema destra potenzialmente violenti, secondo le stime rese note dall’agenzia di intelligence BfV, e un sondaggio Civey ha mostrato che il 60% dei cittadini tedeschi pensa che il governo stia facendo ben poco per fermare tale estremismo politico.

Già a partire dall’anno precedente, le divisioni all’interno della coalizione conservatrice guidata dalla cancelliera tedesca, Angela Merkel, avevano indebolito il sostegno pubblico verso la maggioranza e aumentato il favore verso il partito anti-immigrazione Alternativa per la Germania, secondo quanto pubblicato fin da un primo sondaggio risalente al 24 giugno 2018.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.