Russia pronta a collaborare con l’Argentina su terrorismo e narcotraffico

Pubblicato il 19 giugno 2019 alle 8:18 in Argentina Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia e l’Argentina devono stabilire una cooperazione per combattere il narcotraffico e la diffusione dei narcotici. È quanto ha affermato il capo del dipartimento di cooperazione contro il terrorismo e contro l’estremismo del ministero degli Esteri russo, Denis Temnikov, parlando a una videoconferenza dedicata alla cooperazione tra il Consiglio della Federazione, la camera alta russa, e il Senato argentino.

“Dobbiamo collaborare alla lotta contro la droga” – ha detto Temnikov. Il diplomatico russo ha rivelato che la Federazione deve affrontare soprattutto la minaccia di propagazione di sostanze psicoattive e in particolare delle cosiddette droghe sintetiche. L’appoggio dell’Argentina, divenuta negli ultimi anni paese di transito di narcotici verso l’Europa, è fondamentale a causa dell’esperienza delle forze di sicurezza argentina nella lotta al narcotraffico.

“La Russia è pronta a collaborare nel compito di migliorare la qualificazione degli esperti di anti-droga e anche nell’individuazione di gruppi specializzati nel contrabbando di cocaina” – ha affermato Temnikov

Inoltre, il viceministro ha aggiunto che la Russia esorta l’Argentina ad aumentare lo scambio di dati nella lotta contro il terrorismo.

“È molto importante continuare a migliorare lo scambio di informazioni pertinenti, in quanto uno dei meccanismi di cooperazione efficaci nel campo della lotta al terrorismo, proponiamo di considerare la banca dati internazionale sulla lotta contro il terrorismo creata nel 2008 dall’FSB che contiene una vasta gamma di materiali diversi, compresi quelli analitici, su quegli individui e organizzazioni che sono coinvolti in attività terroristiche” – ha spiegato Temnikov che ha ricordato gli accordi in materia presi in occasione della presidenza argentina del G-20 lo scorso anno.

Nell’occasione la Russia aveva invitato l’Argentina ad aderire alla banca dati del FSB e Temnikov ha affermato che Mosca “conferma il suo invito all’Argentina a unirsi alla banca dati internazionale e sfruttare il suo potenziale”.

Secondo quanto dichiarato dal diplomatico russo, attualmente 46 agenzie di intelligence di 35 paesi sono collegate alla versione open del database, che raccoglie informazioni principalmente sull’ISIS e su Al-Qaeda ma anche su altre organizzazioni terroristiche.

Nel maggio 2018, l’ambasciatore russo a Buenos Aires, Dmitri Feoktistov, aveva affermato che in America Latina l’Argentina e il Brasile erano interessati ad aderire al database dei terroristi internazionali del FSB.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Italo Cosentino, interprete di russo e spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.