Caccia russi intercettano bombardieri USA vicino confine

Pubblicato il 19 giugno 2019 alle 6:10 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I caccia russi Su-27 hanno intercettato nella giornata di lunedì alcuni bombardieri americani B-52N mentre si avvicinavano verso i confini russi dal Mar Nero e dal Mar Baltico.

Lo ha riportato il Centro nazionale di controllo per la difesa della Federazione Russa.

Nel comunicato si rileva che gli aerei americani non hanno violato i confini e che i caccia russi hanno intercettato i velivoli americani nel rispetto delle norme internazionali.

Non è la prima volta che aerei militari americani sono avvistati lungo i confini della Federazione. Alcuni mesi fa, infatti, diversi velivoli dell’aeronautica statunitense sono stati avvistati nei pressi della Crimea. Come affermato dal deputato del parlamento di Crimea Ivan Šonus, i frequenti voli di mezzi dell’intelligence statunitense vicino ai confini della penisola suscitano grande preoccupazione, per i cittadini della Crimea e per l’intera Federazione Russa. Šonus ha osservato che tali manovre non ispirano di certo uno spirito di amicizia e cooperazione. Secondo il deputato, infatti, è giunto il momento che “Washington la smetta di sorvegliare la Russia e presti attenzione alla difesa dei propri confini”.

Ad aprile, in particolar modo, diversi aerei militari americani hanno effettuato voli di ricognizione vicino ai confini della Crimea e della regione di Krasnodar, oltre che sul Donbass. È quanto emerge dai dati di PlaneRadar, che si occupa del monitoraggio dei voli militari.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.