Italia-Vietnam: Conte in missione ad Hanoi

Pubblicato il 6 giugno 2019 alle 9:31 in Italia Vietnam

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, si è recato ad Hanoi, in Vietnam, per una missione di due giorni. Nel corso della visita, ha incontrato l’omologo vietnamita Nguyen Xuan Phuc.

È quanto accaduto martedì 5 giugno, giorno in cui il premier italiano è arrivato in Vietnam, nonostante fossero “giorni impegnativi per l’Italia”, ha sottolineato il premier in occasione del suo intervento all’evento organizzato dall’ Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) ad Hanoi. Nel corso dell’appuntamento, incentrato sul tema delle tecnologie italiane messe a disposizione per l’economia circolare in Vietnam, il presidente Conte ha evidenziato l’importanza del Vietnam per le aziende italiane, in quanto “società giovane e in crescita”. Nel Paese asiatico, ha spiegato il premier, “il made in Italy può essere apprezzato sempre più, visto che offriamo prodotti di elevata qualità e che rivelano quell’ingegno che ci fa conoscere in tutto il mondo”.

Viste le potenzialità che Hanoi offre all’Italia, il premier ha definito il Vietnam quale “mercato prioritario e strategico per le nostre imprese”, dichiarando, a seguito del vertice bilaterale con il suo omologo, Nguyen Xuan Phuc, che “molto aziende guardano con crescente interesse a questo mercato”. Per tale ragione, ha riferito il premier Conte, “abbiamo ribadito il partenariato strategico con il Vietnam”.

La visita di Conte è stata definita, dallo stesso premier “una missione di sistema”. Nel corso della giornata del 5 giugno, il primo ministro ha affermato di aver “incontrato tra i 300 e i 400 imprenditori Italiani”, aggiungendo che “non solo il Vietnam ma tutto il quadrante del sud-est asiatico vede una forte crescita economica che offre grandi opportunità ai nostri imprenditori”.

In linea con ciò, il presidente Conte è intervenuto alla sessione di apertura del terzo Dialogo economico di alto livello Italia-Asean, avvenuta mercoledì 5 giugno, in collaborazione con associazione Italia-Asean presieduta dall’ex premier Enrico Letta. In occasione del suo intervento, il premier ha dichiarato che la “numerosa presenza degli operatori economici italiani rimarca un crescente interesse degli stessi e del governo italiano per i Paesi membri dell’Asean”.

In merito alla collaborazione in tale area, il presidente Conte ha dichiarato: “L’Italia crede fermamente nell’esigenza di un multilateralismo efficace. Nessun Paese, nel contesto di sfide globali, può agire isolato”, aggiungendo che “è necessario lavorare insieme per fornire una risposta strutturate ed efficace alle sfide globali”.

Al termine della prima giornata, il premier ha incontrato la presidente dell’Assemblea Nazionale, Nguyen Thi Kim Ngan e visitato la mostra sull’Italia promossa dal Ministero degli Affari Esteri italiano e realizzata dal Consiglio Nazionale delle ricerche presso il Museo di Hanoi.

L’ASEAN, Associazione dei Paesi del Sud-Est asiatico, è un’organizzazione internazionale intergovernativa fondata l’8 agosto 1967 a Bangkok. Gli scopi principali dell’associazione consistono nel contribuire alla crescita economica degli Stati membri, promuovere la pace e la stabilità regionale, promuovere la collaborazione e la mutua assistenza e migliorare gli standard di vita delle persone.

Attualmente gli Stati che compongono l’ASEAN sono 10, ovvero Indonesia, Tailandia, Vietnam, Singapore, Malesia, Filippine, Cambogia, Myanmar, Brunei e Laos.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Jasmine Ceremigna

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.