Siria: esplode autobomba in roccaforte ribelle, 10 morti

Pubblicato il 3 giugno 2019 alle 6:00 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un’autobomba è esplosa, domenica 2 giugno, in una città della Siria settentrionale sotto il controllo dei ribelli appoggiati dalla Turchia, provocando la morte di almeno 10 persone.

La notizia è stata resa nota da operatori sanitari e personale umanitario, dopo che un ente di monitoraggio militare aveva riportato alcune esplosioni nelle aree nord-occidentali controllate dai dissidenti, i quali si oppongono al regime del presidente siriano, Bashar al-Assad. Si è trattato della più grande esplosione degli ultimi mesi, e ha preso di mira Azaz, nella regione di Aleppo, non lontano dalla frontiera con la Turchia. L’attacco ha colpito un mercato che era molto affollato nel pomeriggio di domenica, dopo il tramonto e dunque in concomitanza con la fine del digiuno del Ramadan.

I ribelli siriani, spalleggiati da Ankara, controllano una striscia di territorio lungo la frontiera turca. Essa si aggiunge all’enclave della Siria nord-occidentale, che resta la principale roccaforte del gruppo. Al-Assad, godendo del sostegno militare dell’aviazione russa e delle milizie terrestri iraniane, nel corso degli ultimi mesi è riuscito a riconquistare il controllo di gran parte dei territori in mano ai ribelli.

L’enclave nord-occidentale dei dissidenti siriani è dominato dall’attività del gruppo jihadista Tahrir al-Sham, ultimo distaccamento degli ex affiliati di al-Qaeda del Fronte Nusra. I militanti dello Stato Islamico hanno più volte condotto attacchi nella Siria settentrionale, e in particolare nelle aree controllate dagli insorti e dalle forze a guida turca.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

 

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.