Maduro conferma negoziati in corso con l’opposizione: “Buone notizie”

Pubblicato il 31 maggio 2019 alle 9:11 in America Latina Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha affermato che un altro round di negoziati con l’opposizione si è concluso mercoledì 29 maggio a Oslo ed ha ammesso che colloqui segreti sono in corso da un paio di mesi grazie alla mediazione della Norvegia.

Mercoledì, il governo di Oslo aveva annunciato di aver ospitato un altro round di colloqui tra il governo venezuelano e l’opposizione.  Il governo norvegese ha comunicato in una  nota ufficiale che “le parti hanno dimostrato la loro volontà di andare avanti nella ricerca di una soluzione concordata e costituzionale per il paese, che includa questioni politiche, economiche ed elettorali”. Il governo guidato da Erna Solberg ha anche esortato le parti a “mostrare la massima cautela nei loro commenti e dichiarazioni riguardo al processo”.

“Il 29 maggio, la seconda giornata di dialogo con l’opposizione è finita in Norvegia. Il ministro della Comunicazione e dell’Informazione Jorge Rodríguez, il ministro degli Esteri Jorge Arreaza e il governatore dello stato Miranda Héctor Rodríguez erano presenti ai colloqui” – ha dichiarato Maduro in un intervento pubblico la sera di mercoledì.

Ricevendo il giorno successivo Jorge Rodríguez a Palazzo Miraflores, sede della presidenza del Venezuela, Maduro ha commentato che “le notizie sonio buone” dopo aver ricevuto il rapporto sul secondo round di colloqui con l’opposizione a Oslo.

“Ho ricevuto la relazione del capo della delegazione del Venezuela in Norvegia, il Dr. Jorge Rodríguez (…) siamo ottimisti, crediamo nella pace, crediamo nel dialogo, crediamo nell’armonia nazionale, questo è cammino, il solo cammino: la pace, il dialogo basato sulla costituzione, dalla Norvegia arrivano buone notizie” – ha detto il capo dello stato in un video pubblicato su Twitter. 

Il presidente venezuelano ha sottolineato che considera il dialogo con l’opposizione come costruttivo, aggiungendo che i colloqui segreti sono in corso da un po’ di tempo. “Ho nominato una delegazione, abbiamo negoziato segretamente per due o tre mesi, e ora siamo seduti al tavolo dei negoziati in Norvegia, voglio un accordo di pace per il Venezuela, chiedo il sostegno del paese, del chavismo e della patria” – aveva affermato Maduro poche ore prima di ricevere Rodríguez.

“La nostra strada è un dialogo, il rispetto per la costituzione, la pace, la democrazia, lo sviluppo e la risoluzione dei problemi” – ha affermato Maduro. Fonti dell’Assemblea Nazionale venezuelana, dominata dall’opposizione, nel frattempo, hanno affermato che “l’incontro si è concluso senza accordi”.

“Siamo grati al governo norvegese per la loro volontà di contribuire a risolvere il caos che sta attanagliando il paese e siamo pronti a continuare a lavorare con loro” – si legge in una nota dell’istituzione presieduta da Juan Guaidó. 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.