Estonia: Parlamento dà carta bianca a esercito su spionaggio

Pubblicato il 31 maggio 2019 alle 6:10 in Repubbliche Baltiche

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Parlamento estone ha approvato per la seconda volta gli emendamenti alla legge sull’organizzazione delle forze di difesa, che conferiscono all’esercito il diritto di condurre attività di sorveglianza segrete e di spionaggio, nonostante in precedenza la presidente Kersti Kaljulaid non abbia dato il via libera alla riforma.

Ad annunciarlo l’ufficio stampa dell’organo legislativo della Repubblica baltica, come riporta l’edizione estone di Sputnik News.

“Su un totale di 101 deputati, 53 hanno votato a favore dell’approvazione senza modifica degli emendamenti, mentre 31 deputati hanno votato contro”, si afferma nel comunicato.

Lo scorso 20 febbraio, il Parlamento dell’Estonia aveva adottato alcuni emendamenti alla legge sull’organizzazione delle forze di difesa, che conferiscono all’esercito il diritto di utilizzare i dati personali dei database di enti pubblici, governi locali o altre organizzazioni per questioni di sicurezza nazionale e per condurre attività di spionaggio segrete.

La presidente Kaljulaid, tuttavia, non aveva firmato la legge, sostenendo che contraddice diversi articoli della Costituzione e costituisce “una violazione dei diritti civili”.

Secondo le leggi della Repubblica baltica, se il Parlamento adotta senza modifiche una legge rigettata dal capo di Stato, il presidente è costretto a firmarla oppure a presentare un ricorso in tribunale per verificarne la costituzionalità. In questo caso la legge entrerà in vigore o meno in base alla decisione dei giudici del Tribunale Costituzionale.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.