Russia, Lavrov commenta nuove truppe USA in Medio Oriente

Pubblicato il 28 maggio 2019 alle 6:20 in Medio Oriente Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa, Sergej Lavrov, ha commentato l’intenzione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di inviare nuove truppe in Medio Oriente.

In precedenza, Donald Trump aveva dichiarato che manderà altri 1.500 militari in Medio Oriente. Questa decisione sarebbe finalizzata a difendere le truppe americane già presenti in questi territori. Secondo il ministro degli Esteri russo, questa decisione presenterebbe non pochi rischi.

“Per quanto riguarda la decisione del presidente Trump di inviare 1.500 soldati oltre a quelli già presenti nelle regioni del Medio Oriente e dell’Africa settentrionale, come tutti saprete, quando si incrementa il potenziale militare i rischi aumentano sempre. Spero vivamente che le voci ragionevoli che risuonano a Washington, tra cui gli spettabili ex capi militari, i politici, i diplomatici, che parlano dell’illogicità dell’idea di una guerra contro l’Iran, saranno ascoltate”, ha dichiarato Lavrov nel corso di una conferenza stampa a Mosca.

“Questa è la mia speranza, che qualcuno di più ragionevole riesca a dissuadere il presidente Donald Trump da questa idea. Non tutti nella dirigenza americana, in fin dei conti, sono ossessionati da aspirazioni aggressive”, ha concluso il ministro.

Negli ultimi mesi, la crisi dei rapporti tra Stati Uniti e Iran si è notevolmente aggravata. Le autorità statunitensi hanno imposto dure sanzioni che hanno avuto un serio impatto sulle principali sfere dell’economia iraniana e continuano ad aumentare la pressione relativa a queste misure. Da parte sua, Washington ha dichiarato che il suo scopo è un “cambiamento dell’atteggiamento” della Repubblica Islamica dell’Iran. Gli Stati Uniti, inoltre, hanno definito il Corpo delle guardie della rivoluzione islamica “un’organizzazione terroristica”. In risposta, l’Iran ha affermato lo stesso del commando delle forze armate statunitensi, il CENTCOM, e ha definito gli USA “un paese sponsor del terrorismo”.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.