Francia: arrestate 3 persone coinvolte nell’attacco bomba a Lione

Pubblicato il 27 maggio 2019 alle 16:52 in Europa Francia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La polizia francese ha arrestato 3 persone, tra cui uno studente di informatica di 24 anni di nazionalità algerina, per collegamenti con l’attacco bomba verificatosi il 24 maggio a Lione, in Francia. Nessun morto è stato registrato, ma i feriti sono 13.

Date le circostanze dell’attacco, il caso viene trattato dalle autorità francesi come un’indagine per terrorismo. L’episodio è avvenuto in pieno giorno e l’esplosione, udita in rue Victor Hugo, non lontano dalla principale stazione ferroviaria della città, è stata provocata da un ordigno contenuto in una borsa e imballato insieme a viti e sfere metalliche, in modo da colpire il maggior numero di persone.

Una fonte interna alla polizia ha rivelato che le tre persone arrestate sono uno studente, dalla fedina penale pulita, un minore, che frequenta una scuola superiore di Lione ed è anche lui di nazionalità algerina, e una donna. L’ufficio del pubblico ministero di Parigi ha riferito che il minore fa parte della stessa cerchia familiare del principale sospettato, il 24enne originario dell’Algeria. Nessuna informazione è stata invece fornita sulla donna.

Il ministro degli Interni francese, Christophe Castaner, ha annunciato l’arresto dell’uomo su Twitter, ma non ha fornito ulteriori dettagli sull’individuo né sul luogo dove è stato catturato.

Il filmato della telecamera di sorveglianza posta sul luogo dell’accaduto mostra un uomo parzialmente mascherato che arriva in bicicletta e poggia una borsa davanti ad una boulangerie della famosa catena locale Brioche Doree alle 17.30, ovvero poco prima dell’esplosione. Secondo la fonte, tracce di DNA sono state trovate sui resti del pacco. La polizia giudiziaria avrebbe pedinato l’uomo e l’avrebbe poi arrestato per strada, evitando di irrompere nel suo appartamento per paura che ci fossero resti di perossido di acetone o TATP, il potente ma instabile esplosivo fatto in casa che è stato utilizzato per compiere l’attacco.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha parlato di un “attacco” mentre veniva intervistato in una diretta YouTube in vista delle elezioni europee di domenica 26 maggio e ha dedicato un pensiero ai feriti. Castaner ha reso noto che le forze di polizia hanno innalzato la soglia di vigilanza e sicurezza nei principali luoghi ed eventi pubblici su tutto il suolo nazionale.

Lo scorso 29 aprile, diversi media francesi e internazionali avevano reso noto che alcune persone sospettate di preparare un attentato a Parigi erano state arrestate a seguito di un’indagine per “associazione a delinquere criminale terroristica”, lanciata all’inizio del mese di febbraio.

Il gruppo jihadista dello Stato Islamico è stato dichiarato sconfitto in Iraq il 9 dicembre 2017 e in Siria il 23 marzo 2019, con la conquista di Baghouz, l’ultima enclave in mano all’ISIS nell’est del Paese. Tuttavia, la Francia e molte altre nazioni vivono ancora sotto la costante minaccia del terrorismo internazionale. Gli attentati del giorno di Pasqua in Sri Lanka rappresentano il più fatale e recente assalto rivendicato dallo Stato Islamico, che ha causato la morte di 253 persone in tre chiese e in alcuni hotel.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.