Russia: abbattuti due terroristi, pianificavano attentato

Pubblicato il 23 maggio 2019 alle 6:10 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Due militanti che pianificavano un attentato sono stati abbattuti nei pressi della città russa di Vladimir. Secondo le prime ricostruzioni, i terroristi sarebbero legati a una cellula più grande e le loro attività venivano gestite dall’estero.

Due militanti legati a una delle organizzazioni terroristiche sono stati uccisi nella notte di martedì 21 maggio durante un’operazione anti-terrorismo alle porte di Vladimir. Gli agenti del corpo speciale del Comitato nazionale anti-terrorismo hanno dapprima circondato la casa dove si nascondevano i militanti. Dopo aver respinto la proposta di deporre gli armi e arrendersi, i terroristi sono stati assaltati e abbattuti durante una sparatoria.

“Armi, munizioni, un ordigno esplosivo pronto all’uso e letteratura religiosa estremista sono stati rinvenuti nel luogo della sparatoria”, si legge in una nota ufficiale del Comitato nazionale anti-terrorismo della Federazione Russa.

Secondo il Comitato, i due appartenevano a una cellula più grande e mantenevano contatti con emissari all’estero, su cui ordine stavano pianificando un attentato in Russia.

Il Comitato ha inoltre pubblicato il video girato sul posto in cui sono stati eliminati i terroristi.

Le riprese mostrano gli agenti delle forze speciali che irrompono in un’abitazione privata e scovano un gruppo di terroristi. Malgrado l’ordine di deporre le armi e arrendersi, i due militanti avrebbero aperto il fuoco, costringendo gli agenti a rispondere al fuoco.

Non sono state riportate vittime tra gli agenti coinvolti nell’operazione e non risultano vittime nemmeno civili, dal momento che tutte le case vicine erano state evacuate prima dell’operazione.

L’operazione è stata condotta dal Gruppo Alpha, conosciuto anche come Specgruppa A, un’unità d’élite specializzata nell’antiterrorismo che appartiene alle specnaz, le forze speciali del Federal’naja služba bezopasnosti o FSB, l’agenzia di spionaggio russa erede del KGB sovietico.

Le funzioni del Gruppo Alpha sono duplici. Il primo compito dell’unità è effettuare operazioni tipiche delle unità CTU, ovvero di antiterrorismo e salvataggio ostaggi , arresti e perquisizioni ad altissimo rischio, come la neutralizzazione di terroristi e membri di spicco di organizzazioni criminali e mafiose e protezione VIP. L’unità è chiamata a svolgere operazioni estreme di antiterrorismo in ogni contesto operativo, dalla presa di ostaggi in edifici, teatri, aerei, treni, navi o bus.
Il secondo compito del Gruppo è svolgere operazioni militari all’estero, informazioni queste che sono poco note al pubblico. Queste missioni includono una varietà di operazioni internazionali, tipiche delle forze speciali, come missioni sotto copertura, operazioni di infiltrazione, incursioni, assassinio di obiettivi sensibili, sabotaggi, ricognizioni speciali, azioni dirette e guerriglia, simili alle missioni segrete dell’unità gemella Vympel (Gruppo “V”).

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.