La Russia invierà un razzo su Marte evitando lo spazio aereo cinese

Pubblicato il 11 maggio 2019 alle 6:10 in Cina Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il lancio della missione russo-europea per la ricerca di tracce della vita su Marte ExoMars-2020 con il veicolo aerospaziale Proton-M da Bajkonur seguirà una traiettoria che lascerà fuori il territorio cinese.

“Al momento attuale, secondo le condizioni del contratto di affitto del cosmodromo di Bajkonur tra Russia e Kazakistan, il lancio del carico utile attraverso il razzo Proton-M può essere effettuato da piattaforme con un’inclinazione di 51,6 gradi e 64,8 gradi. Per il lancio dei veicoli ExoMars-2020 in direzione di Marte i nostri partner hanno accordato l’utilizzo della piattaforma di lancio con inclinazione di 64,8 gradi”, ha riferito l’ufficio stampa dell’agenzia spaziale russa, Roscosmos, a RIA Novosti.

In caso di lancio del razzo con inclinazione 51,6 gradi, il volo passerebbe anche per il territorio della Cina. A seguito dell’incidente del razzo Proton, nel 2014, alcuni frammenti erano finiti a nord della Repubblica Popolare Cinese.

Il lancio della prima missione ExoMars-2016 era passato sopra al territorio cinese e i partecipanti del progetto pensavano che avrebbero realizzato il lancio della missione 2020 allo stesso modo. Si è deciso, tuttavia, di cambiare strategia di lancio a causa della durata degli accordi che regolano la possibilità di effettuare voli al di sopra di un territorio appartenente ad altri paesi.

ExoMars-2020 è un progetto congiunto tra Europa e Russia destinato a studiare il pianeta Marte ed esplorare le possibilità di trovare tracce di vita sul pianeta rosso. La parte russa della missione include un modulo di sbarco, la piattaforma d’atterraggio Kazachok e il rover Rosalind Franklin. Le apparecchiature scientifiche della missione includono una grande quantità di strumenti russi ed europei. L’energia necessaria alla missione sarà fornita da un RTG, un generatore termoelettrico a radioisotopi.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.