Il ministro dell’interno estone rivendica territori alla Russia

Pubblicato il 10 maggio 2019 alle 12:21 in Repubbliche Baltiche Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Interni dell’Estonia e il leader del Partito Popolare Conservatore Estone (EKRE) Mart Helme ritengono che la Russia eserciti la sovranità su alcuni territori che in realtà apparterrebbero a Tallin.

Non dovrebbero esserci doppi standard, ma il 5,2% del territorio dell’Estonia è nelle mani della Russia. La Russia non vuole restituirci questo territorio, né darci una compensazione o discutere almeno della questione”, ha dichiarato Helme nel corso di una conferenza stampa.

Il ministro ha poi ribadito che l’Estonia è pronta ad aspettare la risoluzione di questo problema all’interno del diritto internazionale.

“Ciononostante, non abbiamo alcuna intenzione di combattere con la Russia”, ha aggiunto Helme.

Il partito EKRE, membro della coalizione di governo, si oppone alla ratifica del trattato di frontiera con la Federazione Russa, ritenendo che questo documento attribuisca illegittimamente a Mosca territori della provincia di Narva e Pechora, in netta contraddizione con la Costituzione nazionale.

Secondo il trattato di pace di Tartu siglato tra l’Estonia e la Russia sovietica nel 1920, al Paese baltico sono state conferite parte di territori originariamente russi: Ivangorod con la regione adiacente e la maggior parte della regione di Pechora.

Nel 1944, questi territori tornarono a far parte dalla Repubblica Socialista Sovietica Russa. Attualmente Ivangorod appartiene alla regione di Leningrado (San Pietroburgo) e il distretto di Pechora alla regione di Pskov.

Mosca, da parte sua, ha dichiarato che considera il trattato di Tartu come un documento storico “non giuridicamente vincolante”.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.