Corea del Nord: effettuato un nuovo lancio

Pubblicato il 9 maggio 2019 alle 12:32 in Asia Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Corea del Nord ha effettuato il lancio di un missile a corto raggio, nella giornata di giovedì 9 maggio, secondo quanto riferito dalle autorità militari della Corea del Sud. Si tratta del secondo test bellico in meno di una settimana. 

Il lancio si è verificato solo 5 giorni dopo il lancio di altri missili, che avevano percorso tra i 70 e i 200 km prima di colpire la superficie marina di un tratto di acque tra la Corea del Nord e il Giappone. Il lancio di giovedì 9 aprile è stato effettuato dalla costa occidentale, da una base militare nella località di Sino-ri che si trova a Nord-Est della capitale del Paese, Pyongyang. Le autorità militari della Corea del Sud non hanno comunicato ulteriori dettagli. Alcuni esperti di missili occidentali hanno riferito che la base militare di Sino-ri potrebbe aver avuto un ruolo centrale nello sviluppo dei missili balistici Pukguksong-2, i cui primi test sono stati effettuati a febbraio del 2017. Tali armamenti bellici sono alimentati a combustibili solidi, che li rende più facili da trasportare e più veloci nel lancio. “La base militare operativa di Sino-ri e i missili Rodong utilizzati in tale sede rientrano nella presunta strategia militare della Corea del Nord e forniscono una capacità di attacco nucleare o convenzionale a livello operativo contro obiettivi localizzati sia nella penisola coreana sia nella maggior parte del Giappone”, ha riferito un gruppo di analisti del Centro per gli Studi Strategici e Internazionali, basata a Washington. 

I funzionari della Corea del Sud stanno ancora analizzando i dati relativi al lancio per determinare il tipo di armi utilizzate in questo caso dalla Corea del Nord. Tuttavia, i proiettili a corto raggio utilizzati nel precedente lancio non hanno violato gli accordi relativi ai test missilistici nucleari che il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un, ha concordato ad aprile del 2018. Tuttavia, quei test potrebbero aver incluso il lancio di almeno un missile balistico. Il Giappone ha riferito, poco dopo il lancio del 9 maggio, che nessun proiettile nordcoreano era atterrato nelle sue acque territoriali. “Al momento, non vediamo alcuna situazione che possa avere un impatto immediato sulla sicurezza del Giappone”, ha riferito il ministero della Difesa in una dichiarazione. I recenti lanci arrivano circa 2 mesi dopo che Kim si è incontrato per la seconda volta con il presidente Trump, in una serie di summit volti a ottenere la fine delle sanzioni contro Pyongyang. 

Pyongyang afferma di aver sospeso i test nucleari e il lancio di missili balistici a lungo raggio e ha conseguentemente cominciato ad esercitare pressioni per la cancellazione delle sanzioni USA che affliggono il Paese. Tuttavia, la controparte americana sostiene che la Corea del Nord non abbia fatto passi in avanti significativi, per quanto riguarda lo smantellamento del proprio programma di armamento nucleare. Tale posizione americana è giustificata dal fatto che l’ultimo vertice tra i due leader, tenutosi ad Hanoi il 28 febbraio 2019, si è concluso bruscamente e senza alcun progresso verso l’obiettivo di Washington: indurre la Corea del Nord a rinunciare completamente allo sviluppo di armi nucleari. La possibilità di nuovi colloqui, per riprendere le negoziazioni, è stata annunciata dal presidente americano, l’11 aprile. Alle domande relative alla possibilità di cancellare le sanzioni contro la Corea del Nord, Trump aveva risposto che lui e le autorità della Corea del Sud stavano discutendo “alcune questioni umanitarie”. Il fine ultimo di questo lungo percorso per Seul e Washington è la totale de-nuclearizzazione del regime di Kim Jong-un. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.