La Francia sventa un nuovo attentato terroristico

Pubblicato il 29 aprile 2019 alle 11:59 in Europa Francia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le autorità francesi sono riuscite a sventare un imminente attacco terroristico contro le forze di sicurezza di Parigi. Tra gli arrestati c’è anche un minorenne. 

“Diverse persone” sospettate di preparare un attentato sono state arrestate a seguito di un’indagine per “associazione a delinquere criminale terroristica”, lanciata all’inizio del mese di febbraio. La notizia è stata riferita la mattina di lunedì 29 aprile, da alcuni media francesi e internazionali. Secondo quanto ha riportato France24, tra gli arrestati figura anche un minorenne, già noto alle forze dell’ordine per connessioni col mondo dell’estremismo islamico. Il ragazzo, di cui non è stata diffusa l’identità, era già stato condannato a 3 anni di carcere, per aver tentato di recarsi in Siria. Successivamente, il giovane aveva beneficiato di una sospensione condizionale della pena di due anni. Questo è quanto ha riferito il procuratore, che ha confermato le informazioni già diffuse dai media. Il minore era poi stato inserito all’interno di una struttura rieducativa, ma ha continuato a frequentare persone legate all’estremismo di matrice jihadista.

Gli altri tre uomini arrestati, tutti adulti, erano anche essi noti alle forze dell’ordine, per crimini minori. L’istruttoria sul gruppo, che ha poi portato all’arresto, è stata aperta il 1° febbraio dalla procura di Parigi e le indagini sono state affidate alla Direzione Generale della Sicurezza interna (RPS). Lo Stato Islamico ha ripetutamente preso di mira le forze dell’ordine francesi, in passato, e rappresenta ancora una grave minaccia per Parigi. La Francia, da parte sua, ha svolto un ruolo chiave nella coalizione internazionale a guida americana che ha combattuto contro il terrorismo, specialmente l’ISIS, in Siria e in Iraq, con 1.200 soldati posizionati sul suolo siriano che hanno partecipato a missioni aeree e terrestri. Le truppe francesi hanno altresì addestrato i combattenti delle Syrian Defence Forces (SDF), alleati chiave degli USA e della coalizione nella guerra contro i terroristi. Dal 2015 a oggi, la Francia ha subito 13 attentati di matrice jihadista, che hanno causato in totale oltre 250 morti. Il più alto numero di vittime è stato registrato negli attentati di Parigi del 13 novembre 2015, rivendicato dall’ISIS, dove hanno perso la vita 130 persone.  

Il gruppo jihadista dello Stato Islamico è stato dichiarato sconfitto in Iraq il 9 dicembre 2017 e in Siria il 23 marzo 2019, con la conquista di Baghouz, l’ultima enclave in mano all’ISIS nell’est del Paese. Tuttavia, la Francia e molte altre nazioni vivono ancora sotto la costante minaccia del terrorismo internazionale. Gli attentati del giorno di Pasqua in Sri Lanka rappresentano il più fatale e recente assalto rivendicato dallo Stato Islamico, che ha causato la morte di 253 persone in tre chiese e in alcuni hotel. L’ISIS ha anche rivendicato un fallito attacco, compiuto sempre domenica 21 aprile, in Arabia Saudita. Anche in questo caso, l’attentato era rivolto contro le forze di sicurezza del Regno. Le ultime notizie da parte dello Stato Islamico, rilasciate tramite la sua agenzia di stampa Amaq, sono arrivate domenica 28 aprile, quando il gruppo ha comunicato la morte di 3 suoi militanti in Sri Lanka, uccisi durante una sparatoria con la polizia. Le forze di sicurezza dell’isola hanno poi affermato che  i jihadisti stanno pianificando nuovi attacchi mortali. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.